Notizie locali

Cronaca

Caucana, così frane ed erosione stanno mettendo a rischio l'area archeologica

Di Redazione
Pubblicità

SANTA CROCE CAMERINA Frana il lungomare Anticaglie di Caucana. A rischio la zona dove si trovano i resti archeologici dell’antica città tardo-romana di Caucana. Il sindaco di Santa Croce Camerina, Giovanni Barone, ha emesso un’ordinanza di divieto di accesso alla spiaggia antistante il costone franoso, a tutela dell’incolumità pubblica e chiederà all’assessorato regionale Territorio e Ambiente una somma urgente per il consolidamento del costone.

«Se non si interverrà in tempi celeri - spiega Barone - nei prossimi anni potremmo assistere all’erosione anche della carreggiata stradale che si trova appena sopra il costone già eroso, oltre alla totale rovina dei scavi archeologici».

A Caucana, in un’area di circa tre chilometri, delimitata dal «parco archeologico» si trovano i resti di un’antica città portuale con un’importante basilica. Alcuni antichi edifici prospicienti la costa, rischiano la rovina. Il sindaco sostiene la necessità di attuare degli interventi offshore, cioè a distanza dalla costa, in mare. «Qui occorre intervenire - aggiunge - con barriere idonee per impedire le mareggiare e le erosioni. Esiste un progetto esecutivo per la realizzazione di queste opere in mare». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità