Notizie locali

Gallery

Arrestato lo stalker della pallavolista Alessia Orro La perseguivata sui social e andava a tutte le partite

Di Redazione
Pubblicità

BUSTO ARSIZIO (VARESE). Un uomo di 53 anni è stato arrestato dalla Polizia per stalking ai danni di Alessia Orro, ventunenne giocatrice di pallavolo della "Unet Yamamay" di Busto Arsizio (Varese) e palleggiatrice della Nazionale.

Angelo Persico, professionista novarese, secondo le indagini del Commissariato di Busto Arsizio, per mesi avrebbe contattato la giovane sui social per instaurare una relazione fino a minacciarla e pedinarla, seguendo tutti gli incontri della sua squadra. L’uomo la voleva convincere a diventare a tutti i costi la sua partner e, per farlo, la tormentava sui social, la seguiva ad ogni allenamento seduto sugli spalti e aveva acquistato un abbonamento «vip" della squadra di pallavolo "Unet Yamamay" di Busto Arsizio (Varese) per poterla seguire anche in trasferta.

Persico, è stati arrestato ieri appena sbarcato da un volo proveniente da Olbia, dove si era recato proprio per seguire un match in trasferta della squadra di Serie A in cui gioca Alessia Orro. L'atleta, sentita in tarda serata per la sua ultima verbalizzazione, ha raccontato l'ennesimo episodio di stalking del 53 enne che l’avrebbe costretta a vivere nel terrore mentre lei aveva tentato in tutti i modi di dissuaderlo dal contattarla. La contattava sui social e quando lei l'aveva più volte "bannato", lui aveva aperto altri profili per seguirla. 

Persico, infatti, oltre a presentarsi ad ogni allenamento e partita, in trasferta sceglieva persino gli stessi hotel dove la ragazza soggiornava con la squadra, pur di non perdere occasione di avvicinarla. Le offriva mazzi di fiori e inviti a cena, chiedendo incontri sessuali. Gli investigatori, effettuando accertamenti sul suo conto hanno scoperto che in passato aveva già perseguitato altre due donne e che, fermato per un controllo, era stato trovato in possesso di due coltelli e arrestato. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità