Notizie locali

Gallery

L'ultima folle opera di Cattelan (una banana vera) venduta per 120 mila dollari: le provocazioni dello scultore italiano

Di Redazione
Pubblicità

Si torna a parlare dell'artista padovano Maurizio Cattelan. E sempre per una sua visionaria opera. Stavolta si tratta di a una banana attaccata a un muro bianco con del nastro adesivo. L'opera si chiama “Comedian” ed è già stata venduta per 120mila dollari all’Art Basel di Miami, una delle fiere di arte contemporanea più importanti del mondo. L’opera dell’artista padovano è stata esposta nella galleria Perrotin. Secondo quanto riporta la Cnn, ne esistono tre esemplari: due sono stati già venduti, l’ultimo è ancora sul mercato a un prezzo maggiorato.

«L’idea di questo lavoro è venuta in mente all’artista un anno fa – ha spiegato la galleria Art Basel in un comunciato -. Cattelan stava pensando a una scultura che avesse la forma di una banana. Ogni volta che viaggiava, portava con sé una banana e la appendeva nella sua stanza d’albergo per trovare ispirazione. Ha realizzato diversi modelli:  in resina, in bronzo, in bronzo verniciato, per poi tornare all’idea iniziale di una vera banana».

Ultimamente si era parlato di Cattelan per il furto del "cesso a 18 carati", il water in oro massiccio rubato da una banda in Inghilterra a Blenheim Palace, antica residenza nell'Oxfordshire, dove l'opera dell'artista concettuale italiano era stata esposta: era stata installata nel palazzo a beneficio di turisti e visitatori, che potevano anche utilizzarla, in quanto funzionante. Proprio per questo motivo il furto ha provocato «danni significativi e una grossa perdita d'acqua», ha spiegato la polizia, aggiungendo di aver arrestato un uomo di 66 anni, senza però ritrovare l'opera. 

Intanto però tra  Milano, New York, Venezia,  Amsterdam, Londra e Vienna, continuano a imporsi (anche a suon di milioni didollari) le sue opere più famose e scioccanti dello scultore italiano come papa Wojtyla colpito da un meteorite, Hitler che prega in ginocchio, i tre bambini impiccati, il «ditone medio» e le numerose installazioni che vedono come protagonisti gli animali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità