Notizie locali

Gallery

La cagnetta Camilla è tornata a Zafferana

Di Redazione
Pubblicità

Zafferana Etnea - Dopo un viaggio in macchina da Treviso e Bologna e il  volo diretto fino a Catania, Camilla la cagnolina di Zafferana  è tornata  a casa  con la sua "mamma " la signora Carmelina Giuffrida  e ha subito riconosciuto la sua cuccia e i suoi amici pelosetti: Dick (cane col carrellino, perché ha due zampe paralizzate), Ulisse, Gigetto, Poldino, Poldina, Luce, Nerone, Pulcioso, Birba, tutti microcippati e sterilizzati che assieme a un gattile di 47 gatti vivono felici in casa Giuffrida.

Camilla  quando aveva 4 mesi è stata investita a Zafferana da un pirata della strada che ha sparpagliato il branco di cui faceva parte, ha ucciso la sua mamma e le ha provocato la frattura delle zampe e del bacino. L'ufficio benessere e lotta al randagismo  del Comune di Zafferana ha fatto fronte a tutte le spese mediche e l'ha affidata a Carmelina Giuffrida che l'ha assistita con amore barcamenandosi tra clinica, terapie, visite di controllo e terapisti. Una volta guarita, Carmelina ha acoclto la richiesta di adozione di  Camilla da parte di una  coppia di coniugi abitanti a Verona. Così Camilla è volata verso Verona, ma dopo solo una settimana, il 28 dicembre, è fuggita via e Carmelina allora è volata a Verona alla ricerca di Camilla, incoraggiata dal figlio Salvatore che sin da subito si era dimostrato contrario a quest'adozione.

In Veneto con l'aiuto di volontari, associazioni animaliste, forze dell'ordine , veterinari, ci si è messi alla ricerca della cagnolina. Sono stati stampati volantini, utilizzati cani molecolari. Le peregrinazioni di Camilla sono durate 25 giorni: è stata infatti ritrovata nei pressi di un cantiere da Debora Baraldo , presidente dell'Associazione Sos Zampe in difficoltà e da Stefania Bernardi che l'hanno riportano a Treviso. Carmelina Giuffrida è così ritornata in Veneto per riprendersi Camilla. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: