Notizie locali

Gallery

«Dio è morto», la notizia di Maradona sulle prime pagine di tutto il mondo

Di Redazione
Pubblicità

ROMA - «Dio è morto». «Era il Machiavelli del calcio». Dagli Stati Uniti all’Europa, la morte di Maradona occupa moltissime primae pagine dei giornali interazionali. Il quotidiano spagnolo El Pais pubblica in prima pagina una grande foto del calciatore che solleva la coppa del mondo nel 1986 allo stadio Azteca di Città del Messico, accompagnata dal titolo "Muore Maradona, un dio del calcio».

Su El Mundo, altro grande quotidiano spagnolo, campeggia in prima pagina una grande foto a colori del fuoriclasse scomparso, con il titolo 'L'idolo che toccò il cielò. ABC dedica l’intera prima pagina all’ex calciatore argentino, con la sola scritta del nome Diego.

Sulla prima pagina del Times campeggia la foto del Pibe che alza la Coppa del Mondo nell’86: «Milioni di persone piangono Maradona». Quasi tutta la prima del britannico Independent è per Maradona, con una grande foto del campione che esulta con la coppa del mondo del 1986 e la scritta 'Maradona, il genio imperfetto del calciò.

Anche il Daily Express dedica mezza pagina alla morte del giocatore e titola sul 'genio imperfettò e aggiunge che 'ora sta con Diò, sopra la foto del clamoroso gol all’Inghilterra nel 1986, segnato con la mano de Dios . Il parallelo tra Maradona e Machiavelli è del britannico Telegraph.

"Il genio tormentato del calcio" scrive il New York Times, che pubblica la notizia e una foto del giocatore in prima pagina, unica notizia che non sia di politica o economia. Anche il Financial Times si occupa di Maradona, con un articolo in prima pagina e una foto, sotto il titolo "Il mondo piange Maradona, il calcio rende omaggio al grande argentino".

Il più venduto giornale tedesco, la Bild, correda una grande foto del giocatore in festa dopo un successo con la scritta: "Maradona nelle mani di Dio". Un grande titolo in prima pagina, un titolo irripetibile nella storia: «Dio è morto». Così il quotidiano sportivo francese L'Equipe rende omaggio a Maradona, dedicandogli ben 20 pagine con la sua storia, le gesta, le debolezze, i ricordi dei grandi calciatori del suo tempo e la fusione dell’uomo e del giocatore con Napoli. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: