Notizie locali

Gallery

Catania, vandali all'assalto dei plessi scolastici

Di Redazione
Pubblicità

Quattro furti in una settimana: tre nell’istituto comprensivo “Campanella-Sturzo” e uno alla “Vitaliano Brancati”. Un vero e proprio bollettino di guerra per le due scuole divise tra i quartieri di Librino e di San Giorgio a Catania. L’ultimo episodio nel plesso del viale Bummacaro: cestini dei rifiuti svuotati sul pavimento, vetri in frantumi e finestre forzate. “E’ una situazione sconcertante- afferma il consigliere comunale Luca Sangiorgio- ad essere prese di mira sono proprio le scuole che nei quartieri sempre in bilico tra riscatto e degrado rappresentano le istituzioni e sono baluardi di legalità. Dato l’alto numero di furti perpetrati in questi istituti- prosegue Sangiorgio- temiamo che possa esistere un preciso piano criminale che va assolutamente fermato”. Furti a cui si aggiungono pure i raid vandalici.

“Gesta” cominciate lo scorso dicembre e che, da allora, non si sono mai fermate: in appena cinque mesi a finire nel mirino di criminali e teppisti sono state la “Vitaliano Brancati”, la “Campanella-Sturzo” e la “Dusmet”. “Nella maggior parte dei casi- sottolinea il consigliere del VI municipio Francesco Valenti- parliamo di “bottini” di poco valore, come le monetine portate via dai distributori automatici o il materiale didattico sparito, a fronte di danni strutturali estremamente gravi come la distruzione delle finestre o il danneggiamento di armadi e arredi vari. A questo bisogna aggiungere il necessario processo di riparazione e sanificazione dei locali, oltre alla rabbia che si diffonde tra dirigenti, personale scolastico e genitori dei giovani alunni”. Adesso nel VI municipio di Catania la paura è che altre scuole possano essere visitate dai ladri e dai vandali. L’intero consiglio locale, con in testa il presidente Alfio Allegra, chiede un potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine.

“Ci sono stati talmente tanti episodi criminali che ormai abbiamo perso quasi il conto- dichiara il consigliere del VI municipio Davide Ranno- dai primi furti subiti nelle scuole, lo scorso dicembre, ci siamo immediatamente attivati per richiedere un efficace sistema di videosorveglianza in tutti i plessi della “Campanella-Sturzo”. In questo progetto abbiamo trovato la massima disponibilità da parte dell’assessore Barbara Mirabella. Sfortunatamente- prosegue Ranno- ci sono tempi burocratici da rispettare ed attendiamo che l’iter per il bando di gara previsto faccia il suo corso. Nel frattempo, chiediamo la convocazione di un tavolo sulla sicurezza con Sindaco e Prefettura di Catania”.

(foto Davide Anastasi)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità