Notizie locali
Pubblicità

Gallery

Al TaoFilmFest il photocall di “Occhi blu”, storia di una rapinatrice solitaria

Di Redazione
Pubblicità

A Roma, città di bellezze antiche e frastuoni, un rapinatore solitario, in sella a un maxi scooter ogni volta diverso, deruba banche e gioiellerie e, scivolando tra le pieghe della città, riesce sempre a seminare gli inseguitori e a svanire nel nulla. Segue il caso un Commissario romano, verace e cinico, che non venendone a capo chiede aiuto a un suo amico parigino, detto Il Francese, un ex commissario famoso per la sua perspicacia psicologica e per aver risolto decine di casi impossibili, che ogni anno torna in città per l’anniversario della morte della figlia.

Sarà lui a scoprire che il rapinatore che fugge è in realtà Valeria, una donna dagli occhi blu fermi e profondi e dall’intelligenza fuori dal comune, che per nascondersi si è rifugiata in un impiego modesto come contabile d’azienda. Tra il Francese e Valeria nasce una guerra d’intelligenza, lui la provoca, lei si sottrae, lui la cerca, lei accetta la sfida, che diventerà ben presto un rito di liberazione per entrambi: nessuno prima era stato mai disposto a credere che Valeria fosse un genio; nessuno era riuscito a far ritornare Il Francese l’infallibile poliziotto che era stato e riconquistare la sua famiglia.

E' questa la trama di Occhi Blu, film d'esordio di Michela Cescon che ci regala una personale interpretazione e un tributo al Polar francese. Pochi dialoghi, molta atmosfera, personaggi malinconici e romantici.

Questa mattina a Taormina c'è stato il photocall con la regista Michela Cescon e gli attori Valeria Golino, Ivano De Matteo, Carlo Degli Esposti, Margherita Chiti.

[Foto DONATELLA TURILLO]

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: