Notizie locali
Pubblicità

Gallery

Atletica: festa a Rovereto per i 100 anni del Gs Fiamme Gialle

In occasione degli Assoluti assegnati premi speciali a grandi campioni del passato, in testa la palermitana Simona La Mantia, campionessa d'Europa nel salto triplo

Di Lorenzo Magrì
Pubblicità

La tre giorni di atletica tricolore che a Rovereto assegna i titoli Assoluti 2021 è stata anche l'occasione per festeggiare i 100 anni della sezione atletica del Gs Fiamme Gialle . Così al Comune di Rovereto, alla presenza del Sindaco Francesco Valduga, dell’Assessore Comunale allo Sport e alla Promozione del Territorio Mario Bortot, del Presidente del Coni Trento Paola Mora, del Presidente Onorario della Federazione Italiana di Atletica Leggera, Gianni Gola, del Comandante del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, Gen.B. Flavio Aniello e del Comandante del Gruppo Polisportivo, Gen.B. Vincenzo Parrinello, si è svolta la cerimonia di consegna dei “Premi Speciali Fiamme Gialle”, nell’ambito dei cento anni di attività dell’atletica leggera gialloverde.

 

Nel corso della cerimonia, sono stati premiati tre atleti che durante la loro carriera hanno vinto il maggior numero di titoli italiani all’aperto: tra le donne la palermitana Simona La Mantia, campionessa d'Europa nel salto triplo e oggi in servizio al Gruppo della Guardia di Finanza di Palermo ed Elisa Rigaudo, in servizio al Comando Provinciale di Cuneo (7 titoli ciascuna), e per il settore maschile Nicola Vizzoni, attualmente impiegato come tecnico del Settore Lanci del Gruppo Atletico Fiamme Gialle (14 titoli). A consegnare loro una targa di riconoscimento per aver contribuito alla centenaria storia gialloverde, rispettivamente il Sindaco Valduga, il Presidente Mora e il Generale Aniello.

Premio Speciale anche per l’ospite d’eccezione, ex “Fiamma Gialla”, Mariano Scartezzini, campione di Seregnano, che vinse due volte in Coppa Europa a Torino 1979 e Zagabria ’81, fu argento alle Universiadi del 1979 e bronzo a quelle del 1981, e alla prima edizione del Golden Gala, il 5 agosto 1980, stabilì il record italiano della specialità con 8’12”5, all’epoca settima prestazione mondiale all-time. La sua presenza è stata l’occasione per un ideale “passaggio di testimone” del primato sociale nei 3000 siepi con il giovane finanziere Ahmed Abdelwahed, che recentemente, durante il Golden Gala di Firenze è riuscito, dopo oltre 40 anni, a battere, con il tempo di 8’12’’04, il primato delle siepi Fiamme Gialle.

A conclusione della cerimonia, al Primo Cittadino di Rovereto e al “patron” dei Campionati italiani 2021 di atletica Carlo Giordani, è stata consegnata la maglia commemorativa, in edizione limitata e numerata, del centenario di atletica gialloverde, realizzata in collaborazione con l’azienda “Mizuno”.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: