Notizie locali
Pubblicità

Gallery

L'area verde di Vulcania a Catania è una realtà

Di Damiano Scala
Pubblicità

Una grande festa all’insegna dello sport, della salute e del rispetto dell’ambiente. L’area verde di Vulcania a Catania si trasforma e acquista un nuovo volto grazie ad un modello di rigenerazione urbana. Il progetto “Parchi Agos Green&Smart” viene inaugurato stamane portando nel territorio il nuovo modello di parchi urbani a quattro dimensioni.

“Trasformare le città in luoghi all’aperto dove poter fare attività sportiva è fondamentale- spiega Francesco Moneta, consigliere di “Brand for the City” che ha sviluppato il progetto per Agos – abbiamo creato il parco a quattro dimensioni mettendo insieme lo sport, l’ambiente, l’arte e l’innovazione digitale. In questo sito sono presenti dei QR Code che, una volta inquadrati, possono raccontare la storia degli alberi nel parco. Oggi abbiamo tagliato il nastro e domani animeremo quest’area con laboratori ambientali per educare i bambini al rispetto del mondo che ci circonda. Progetti di rigenerazione urbana dove la differenza la fa il privato che collabora con il pubblico e, insieme, raggiungono risultati mai ottenuti prima”. Nel corso della cerimonia sono stati ringraziati il Capo di Gabinetto del Comune di Catania Giuseppe Ferraro, il Presidente III Municipio "Borgo-Sanzio" Paolo Ferrara, il direttore del settore allo Sport del Comune di Catania Paolo di Caro, l’ex assessore allo Sport del Comune di Catania Sergio Parisi, il presidente della Fondazione Sport City Fabio Pagliara, Rosangela Arcidicono di Plastic Free, gli street artist Gummy Gue, che hanno realizzato il playground del campo da basket e i team di Agos di Milano (in particolare Marina dalle Carbonare) e Catania, Brand for the City e The Round Table. “Si tratta di un evento di grande importanza- sottolinea Enzo Falzone, presidente Coni Catania e vice presidente vicario Coni Sicilia- l’inaugurazione di questo campo rappresenta un grande centro aggregativo e diventa così un segnale importante per ribadire che, quando pubblico e privato collaborano insieme, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Una sinergia strategica che crea spazi all’aperto dove i ragazzi possono fare della sana attività sportiva. Giocare, divertirsi e conquistare luoghi come questo vuol dire togliere spazi al degrado e al grigiore dell’abbandono”. “Green” e “prossimità” sono i valori alla base della strategia di sostenibilità di Agos che si esprime attraverso l’impegno di Agos for Good. In una giornata dedicata alla sostenibilità e allo sport per le famiglie e i bambini, le istituzioni e i partner hanno simbolicamente aperto il parco alla cittadinanza di Catania. “Vorrei ringraziare Agos per aver scelto questa parte di Catania a cui sono particolarmente legato e riconoscente- dichiara Vincenzo Parinello, rappresentante della Fondazione Sport City- penso che questa iniziativa vada nella direzione di sportivizzare sempre di più la città. Recuperare spazi che spesso giacciono inutilizzati per riattrezzarli e consentire alla gente, di ogni età ed estrazione sociale, di fare sport”. Ambiente vivo con bambini, anziani e famiglie: un bel modo di essere vicini alla collettività sfruttando queste aree comuni. “Parliamo di iniziative lodevoli a cui si aggiungono quelle che a breve renderemo operative grazie ad una convenzione con il Coni- afferma il Commissario Straordinario per la gestione del comune di Catania Federico Portoghese – puntiamo a valorizzare il territorio e avvicinare le federazioni nazionali alla nostra città. Da qui il connubio scuola e sport che rappresenta un grande vantaggio per tutti, una crescita costante e continua valorizzazione che riguarda anche le associazioni di volontariato”. “La nostra mission- fa eco l’ex assessore allo Sport del comune di Catania Sergio Parisi- punta a dare alla città maggiori strutture che nascono all’interno di siti dismessi, parchi e piazze. Quella di oggi è un’iniziativa che si inquadra insieme a tutte le altre legate a “Catania Spazio Sport”. Un progetto che punta al rilancio delle periferie facendo sport all’aria aperta”. Il percorso di Fondazione Sport City, che ha curato la dimensione sportiva del Parco Agos Green&Smart Vulcania di Catania, si focalizza su interventi di riassetto urbano. “Quello di oggi è un appuntamento che rispecchia quello che abbiamo fatto in questi 4 anni- aggiunge Paolo Ferrara, presidente del III municipio di Catania- la forte collaborazione tra pubblico e privato che sta dando grandi risultati. Una grande mano ovviamente viene dall’universo dell’associazionismo ed è da qui bisogna ripartire. Il consiglio di “Borgo-Sanzio” ha più volte segnalato alle istituzioni competenti la necessità di riqualificare gli spazi, come quello di piazza Aldo Moro, rendendoli fruibili a tutti. Ringraziamo l’amministrazione comunale e tutti i soggetti interessati per aver raccolto le nostre richieste”. La strategia è quella dell’attenzione all’ambiente e alle persone: due elementi fondamentali del nostro vivere con le aziende che possono fare in modo di collaborare con il mondo del volontariato e le autorità pubbliche. “Il progetto di riqualificazione urbana si focalizza su uno spazio che diventa luogo specifico per fare attività fisica all’aria aperta- spiega Laura Galimberti , Legal Affairs Director & Corporate Sustainability AGOS- sono molto felice di questo momento perché si tratta di un intervento diretto a favore della collettività. La scelta non è causale perché ci sentiamo a casa nostra visto che abbiamo un’importante filiale Agos a pochi passi da qui. Per questo ci è sembrato un giusto modo per far sentire la nostra vicinanza alla collettività”.


 


 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: