Notizie locali
Pubblicità

Gallery

Melluzzo e Meli fanno festa agli Europei giovanili in Estonia

A Tallinn il siracusano ha vinto il bronzo sui 100 Under 20 e il palermitano ha vinto l'argento con la staffetta 4 per 400 

Di Lorenzo Magrì
Pubblicità

Le prime due medaglie azzurre agli Europei Under 20 di atletica a Tallinn in Estonia portano la firma del siracusano Matteo Melluzzo bronzo sui 100 metri e del romano Lorenzo Benati sui 400 piani (46"27). Matteo Melluzzo, classe 2002, siracusano, è stato il primo italiano a salire sul podio in questa seconda giornata di gare a Tallin, in una finale dove partiva da favorito visto che era il leader stagionale in Europa col 10”25 ottenuto il 13 maggio a Savona. In finale allo sprinter del Gs Fiamme Gialle allenato dal papà Gianni è mancato quel pizzico di spunto in più per lasciarsi dietro gli avversari, ma ha confermato dopo l’argento di due anni fa agli Europei Under 18 a Baku, di essere tra i migliori talenti in circolazione in Europa. Il bronzo è arrivato con un ottimo 10”31 (secondo crono in carriera dopo il 10”25 di Savona) in una gara molto combattuta vinta dal britannico Toby Makoyawo (10”25) davanti al francese Jeff Erius (10”27).

«E’ stata una bella gara – racconta Matteo - e complimenti a chi mi è arrivato davanti perché ce l’ho messa tutta. È uno step della mia carriera per andare sempre meglio nei prossimi anni. Oggi mi è mancato quello spunto in più per arrivare davanti a tutti, ma questa esperienza mi servirà per il futuro». «In effetti è mancato il cambio ai 50 metri - aggiunge il papà-allenatore Gianni Melluzzo - ma sono felicissimo per questo bronzo>.

Matteo Melluzzo giovedì aveva vinto il primo turno con facilità in 10”66 e nel pomeriggio aveva fatto sua anche la semifinale correndo senza forzare in 10”33. Adesso tornerà in pista domani con la 4 per 100 che va a caccia della finale e di un posto sul podio.

EUROPEI U. 23: MELI D'ARGENTO. E nella strepitosa spedizione azzurra agli Europei U23 di Tallinn della settimana scorsa chiusasi con 6 ori, 5 argenti, 2 bronzi e Italia per la prima volta in vetta al medagliere, davanti a Germania e Repubblica Ceca, sul podio anche il palermitano Riccardo Meli (Cus Palermo), l'allievo di Francesco Siracusa che dopo aver corso la semifinale dei 400 piani (47"83 e 47"22 in batteria) ha vinto l'argento con la staffetta 4 per 400.

TUTTI I PODI AZZURRI UNDER 23. ORI (6): Simone Barontini (800), Alessandro Sibilio (400 ostacoli), Andrea Dallavalle (triplo), Dalia Kaddari (200), Gaia Sabbatini (1500), Nadia Battocletti (5000). ARGENTI (5): Manuel Lando (alto), 4x400 maschile (Alessandro Moscardi, Edoardo Scotti, Riccardo Meli, Alessandro Sibilio), Eloisa Coiro (800), Marta Zenoni (1500), Anna Arnaudo (10.000). BRONZI (2): Edoardo Scotti (400), Andrea Cosi (20 km marcia)

Approfondimenti sul giornale in edicola

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: