Notizie locali
Pubblicità

Gallery

La scherma miniera d'oro dell'Italia

In attesa di conoscere l'esito della finale Itala-Stati Uniti per il bronzo di fioretto donne, gli azzurri con l'argento dell'Italsciabola maschile e dell'acese Daniele Garozzo (fioretto) e il bronzo dell'Italspada con le due etnee Fiamingo e Santuccio, sono arrivate a quota 129 medaglie in 32 edizioni dei Giochi... e ancora non è finita

Di Redazione
Pubblicità

In attesa di conoscere l'esito della finale a squadre di fioretto femminile che alle 11,30 vedrà in pedana le azzurre Martina Batini, Arianna Errigo, Alice Volpi, Erica Cipressa opposte al team degli Stati Uniti, la scherma italiana con l'argento di Luigi Samele nella sciabola individuale, l'argento dell'acese Daniele Garozzo nel fioretto individuale, l'argento dell'Italsciabola maschile con l'immenso Aldo Montano e il bronzo dell'Italspada donne con le due catanesi Rossella Fiamingo e Alberta Santuccio, ha toccato il traguardo storico delle 129 medaglie vinte (49 d'oro, 46 d'argento e 34 di bronzo) nelle 32 edizioni dei Giochi Olimpici fin qui disputati.

Un bilancio straordinario con tanta Sicilia sul podio olimpico a conferma di una scuola isolana che da sempre sforna grandi campioni. Pensate che la Sicilia in 32 edizioni dei Giochi, ad oggi ha vinto 57 medaglie e 36 podi sono arrivati solo dalla scherma. Dall'oro di Francesco Gargano alle Olimpiadi di Anversa del 1920 all'argento di Daniele Garozzo e il bronzo di Rossella Fiamingo e Alberta Santuccio ai Giochi di Tokyo 2021.

SICILIA MINIERA D'ORO. In attesa delle finali di spada a squadra maschile che domani vedrà in pedana i due acesi Enrico Garozzo e Marco Fichera e la finale di fioretto a squadre maschile con Daniele Garozzo che dopo l'oro ai Giochi di Rio 2016 e l'argento di Tokyo, punta a chiudere con una vittoria insieme al modicano Giorgio Avola, Andrea Cassarà e Alessio Foconi, ecco tutti i podi siciliani nella scherma della Sicilia.

ORO: Francesco Gargano (Anversa 1920); Giovanni Canova (Anversa 1920); Pietro Speciale (Anversa 1920); Vincenzo Cuccia (Parigi 1924); Alberto Pellegrino (Melbourne 1956 e Roma 1960), Angelo Arcidiacono (Los Angeles 1984), Giovanni Scalzo (Los Angeles 1984), Maurizio Randazzo (Atlanta 1996 e Sydney 2000); Giorgio Avola (Londra 2012) e Daniele Garozzo (Rio 2016).

ARGENTO: Pietro Speciale (Stoccolma 1912), Emilio Salafia (Amsterdam 1928 e Los Angeles 1932), Arturo De Vecchi (Los Angeles 1932), Wladimiro Calarese (Tokyo 1964 e Città del Messico 1968), Alberto Pellegrino (Roma 1960 e Tokyo 1964), Angelo Arcidiacono (Montreal 1976), Giovanni Scalzo (Mosca 1980), Rossella Fiamingo (Rio 2016), Enrico Garozzo (Rio 2016), Paolo Pizzo (Rio 2016), Marco Fichera (Rio 2016), Daniele Garozzo (Tokyo 2021).

BRONZO: Vincenzo Cuccia (Parigi 1924), Giovanni Canova (Parigi 1924), Wladimiro Calarese (individuale e a squadre, Roma 1960), Mino Ferro (Los Angeles 1984), Giovanni Scalzo (individuale e a squadre, Seul 1988), Rossella Fiamingo e Alberta Santuccio (scherma, Tokyo 2021).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: