Notizie locali
Pubblicità

Lo dico

San Pietro Clarenza, una struttura diroccata nel centro abitato trasformata illegalmente in ricovero per cani randagi

Di Redazione
Pubblicità

Buonasera, vorrei segnalare qualcosa che ha veramente dell'assurdo a San Pietro Clarenza. Esiste questa struttura diroccata, costituita da una costruzione incompiuta, di soli pilastri senza pareti su due livelli. Ebbene, da circa 3 anni è il ricovero per decine di cani, privo di box ovviamente, con delle cucce in legno come riparo e la recinzione che si commenta da sola nelle immagini. Ma la cosa che ha dell'incredibile è che questo scempio si trova non vicino o poco distante ma bensì attaccato al distaccamento della Polizia Locale. Al dire delle autorità competenti questo era un sito assolutamente provvisorio per contrastare il randagismo in paese, e "giustamente" chi di competenza ha deciso di portare gli animali in quella struttura che si trova in pieno centro abitato, adicaente alla Polizia Locale, a cento metri dalla Guardia Medica, a centocinquanta metri da una scuola di danza per bambini e di fronte ad un panificio pizzeria.

Oltre al forte disagio per i residenti per i quali la notte è ormai impossibile dormire (immaginate la notte al passaggio di un qualsiasi animale davanti la recinzione cosa succede), vi è una vera e propria emergenza sanitaria, in quanto si trova in mezzo ad abitazioni ed esercizi commerciali alimentari nonché scuole per bambini.

Basta pensare alla presenze di zecche, pulci, insetti e vettori di malattie pericolose per la salute e per la vita delle persone. Non da meno l'odore fortissimo di urine e di feci degli animali che sebbene il luogo venga giornalmente pulito da associazioni animaliste, arriva in tutta la zona. Mi chiedo da cittadino, da amante degli animali, ma anche e soprattutto da preoccupato per l'incolumità della salute degli avventori degli esercizi commerciali in questione, e dei poveri residenti della zona, come possa esistere una situazione del genere che si protrae da diversi anni. Mi chiedo come le autorità competenti permettano che adiacente alla loro struttura si consumi ogni giorno questa situazione al limite della decenza. Grazie.

SEGNALAZIONE E FOTO INVIATI A LO DICO A LA SICILIA SU WHATSAPP 349 88 18 870

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità