Notizie locali

Lo dico

Trappeto Sud (CT): strade da terzo mondo

Di Redazione
Pubblicità

Leggo con molta attenzione e interesse il vostro spazio editoriale che dà voce al cittadino e che trovo di pubblica utilità. Infatti è lo strumento che dovrebbe consentire alla Municipalità di raccogliere reclami, proteste e disservizi con cui siamo ormai abituati a convivere. Abitando da anni a Trappeto Sud, quartiere ormai da anni abbandonato, trovo, a dir poco vergognoso la stato del manto stradale di via Sebastiano Catania a seguito, anni fa, dei lavori per la posa in opera dei tubi del gas metano, e come al solito rivestito da un pessimo strato di asfalto che rende pericoloso il transito di auto soprattutto chi utilizza mezzi a due ruote. Ma chi ha controllato a suo tempo la consegna dei lavori? Inoltre si notano ai bordi della carreggiata direzione sud, pericolosissime deformazioni e rigonfiamenti dell'asfalto a causa delle radici degli alberi che hanno addirittura divelto i marciapiedi. Nessuna strada di un Paese Civile dovrebbe ridursi in questo stato, neanche le strade di quei Paesi che noi chiamiamo di terzo mondo che ho potuto constatare personalmente. Eppure in quei Paesi, con molta sorpresa e stupore, ho trovato strade moderne, sicure, mai una buca o una deformazione del manto stradale e soprattutto pulite, insomma si viaggiava su velluto. Ma a Catania purtroppo non è così; ogni giorno chi utilizza, come il sottoscritto, scooter e moto rischia di farsi male. Io mi chiedo se il sig. Sindaco, Assessori e maestranze varie hanno avuto modo di visitare le nostre strade di periferia e constatare di persona il degrado di questi quartieri che rispecchiano lo stato e il dissesto del Comune di Catania e che dimostra ancora una volta di come viene sprecato quel poco di denaro pubblico che la Municipalità dispone.


Giuseppe Sgroi

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: