home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Fiera di Sant'Agata apre al Giardino Bellini

La tradizionale fiera allestita in occasione delle celebrazioni per la santa patrona di Catania, quest'anno è tornata tra i viali della Villa

Catania - Nel clima di festa del centro storico il tradizionale mercato è aperto già da ieri alla Villa Bellini, con una sessantina di stand, e stavolta i visitatori saranno decine di migliaia, questo è poco ma sicuro, perché le bancarelle collegate alle celebrazioni di Sant’Agata non sono certo “decentrate” rispetto al percorso della processione e ai luoghi simbolo della ricorrenza; così fede e devozione faranno inevitabilmente da “traino” commerciale molto più che in passato, sperando che non siano troppo “accese”.


Nessuna ennesima sperimentazione nel piazzale o nell’anonimo slargo di turno, dunque, che quest’anno gli operatori non hanno voluto neanche provare, anche per questo l’iter del bando per organizzare una vera e propria Fiera di Sant’Agata in un diverso sito non è stato avviato. Anche l’anno scorso, del resto, la soluzione di via del Rotolo derivò proprio da questa pluriennale difficoltà nel trovare un’area adatta alla Fiera di Sant’Agata, che dal 2008 al 2017 ha girovagato per i siti più disparati, dall’area del porto a corso dei Martiri, dal piazzale Asia all’ex mercato ortofrutticolo, fino allo slargo del viale Raffaello Sanzio. Tutti siti “bocciati” dagli operatori perché considerati decentrati rispetto alla festa, ma non è detto che quella di quest’anno sia la soluzione, dopo che nel lontano 2007 era stata l’Amministrazione Scapagnini a concedere la Villa Bellini per il mercato agatino.


Quest’anno il Comune ha accolto in extremis la proposta di una società privata, dopo aver chiesto un parere della Soprintendenza, che è stato favorevole, con alcuni precisi limiti, primo tra tutti il divieto di piantare chiodi o perforare in qualsiasi modo il terreno del piazzale delle Carrozze. Nulla da dire dal punto di vista commerciale, resta però l’incognita di sempre, quanto cioé si dimostrerà sostenibile la scelta adottata quest’anno dall’Amministrazione Pogliese, che interrompendo una quasi decennale serie di “no” ha concesso stavolta fiducia agli operatori, e con essa la pregiata area del piazzale delle Carrozze nel giardino storico dei catanesi. La questione non è da poco e le perplessità non mancano - Free Green Sicilia ha già “bocciato” la scelta del Comune - e dunque non resta che vedere come andranno le cose da qui al 5 febbraio, col mercato interno alla Villa che resterà aperto dalle 9 alle 24. «Ho assistito personalmente al montaggio degli stand per accertarmi che venissero rispettati i limiti previsti dalla Sovrintendenza», dice l’assessore alle Attività produttive Ludovico Balsamo. «Gli stand del settore alimentare sono solo un paio - aggiunge - uno di prodotti tipici e l’altro di dolciumi, i controlli sono rafforzati e abbiamo chiesto l’impegno della ditta dei rifiuti, crediamo che se tutti rispetteranno le regole potrà essere un’esperienza positiva, in caso contrario non verrà più ripetuta».

Foto di Davide Anastasi

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP