Notizie locali

Spettacoli

Zafferana Etnea, "Alice canta Battiato": applausi scroscianti per lei e per il maestro

Di Redazione
Pubblicità

Zafferana Etnea (Catania) - Sono stati tanti, gli applausi a fine serata, per l’esibizione di Alice, al secolo Carla Bissi, nel concerto di Zafferana Etnea del suo tour “Alice canta Battiato”, inserito nella rassegna “Musica sotto il Vulcano” diretta da Nuccio La Ferlita. Una performance, quasi in casa, visto che il maestro Franco Battiato, abita ad un tiro di schioppo dell’anfiteatro di Zafferana. Una scaletta eseguita con l’accompagnamento al pianoforte del maestro Carlo Guaitoli, per anni collaboratore e direttore d’orchestra di Battiato.

Una scaletta condita di successi del grande cantautore che ha cambiato la vita di Alice, proiettandola nel 1981 a vincere il festival di Sanremo con la canzone “Per Elisa” scritta proprio da Battiato. Alice, che nonostante i suoi 65 anni ha mantenuto intatte le sue qualità canore, ha estasiato il pubblico con interpretazioni molto vibranti e con canzoni che hanno fatto la storia della musica Italiana. Tra queste “Povera patria” che ha avuto diversi applausi durante le strofe che parlavano del governo che non sente il popolo, e poi “La Cura”, “E ti vengo a cercare” “La Stagione dell’amore”, e tanti altri, fino a concludere con “I treni di Tozeur” e “Per Elisa”, due delle canzoni che hanno dato un grande impulso alla sua carriera musicale. Alla fine lunghi applausi sia per l’artista sia per la riconoscenza che la stessa Alice ha espresso per Franco Battiato, grande musicista siciliano, precursore ed autore di un genere musicale che ancora oggi non ha trovato eguali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: