Notizie locali

Sport

Atletica: Aprile, Mangione e Trio in azzurro agli Europei indoor

Di Redazione
Pubblicità

Una grande Italia quella che si presenterà dal 5 al 7 marzo in pista e in pedana agli Europei indoor in programma a Torun in Polonia. Ai tricolori indoor che si sono conclusi domenica scorsa al Palasport di Ancona, l’Italia che salta, l’Italia che corre e che lancia s'è vista in grande salute, tutto di buon auspicio nella stagione che culminerà con i Giochi di Tokyo.

In Polonia ci sarà da divertirsi in chiave azzurra con stelle come Larissa Iapichino, figlia d’arte (mamma Fiona May iridata nel lungo e papà Gianni campione dell’asta) atterrata ad Ancona nel lungo a 6,91, primato italiano assoluto e record mondiale Under 20; “Gimbo” Tamberi elevatosi nell’alto oltre 2,35 primo al Mondo nel 2021; Dario Dester, 20 anni, al record italiano nell’eptathlon (6.076 punti) e Leonardo Fabbri, il colosso azzurro che si è allenato a Siracusa e ha vinto il titolo con 20,36 nel peso e tante altre stelle e anche uno straordinario terzetto di campioni dell'atletica siciliana.

Antonino Trio, formidabile saltatore di Milazzo, si è guadagnato il viaggio per gli Europei vincendo il 2° titolo assoluto indoor in carriera col personale al coperto fissato a 7,94 (l'allievo di Michele Basile vanta 7,96 all'aperto); la siracusana Giulia Aprile oro sui 3000 piani col nuovo personale fissato a 9’09”26, continua la grande tradizione siciliana nel fondo e nella velocità dopo il titolo assoluto all'aperto nel 2020, c'è stata la conferma della sprinter di Niscemi Alice Mangione, argento col personale sui 400 piani in 53”01.

«Sono felice di questa convocazione - ci dice felice Trio, in gara per l'Alperia Bolzano – e adesso in Polonia continuerò la caccia al mio primo 8 metri in carriera e soprattutto la corsa ai Giochi di Tokyo». «Ho vinto l’argento - conferma Alice Mangione, allieva al Cs Esercito di Marta Oliva - nel mio primo campionato italiano indoor, in una gara di alto livello e adesso sotto con gli Europei>. «Speriamo che questi Europei – sottolinea Giulia Aopriler compagna di squadra della mangione al Cs Esercito - possano essere un trampolino di lancio verso altra prestigiosi risultati>.

In Polonia ci sarà anche il prof. Filippo Di Mulo, catanese, da poco insignito dalla carica di tecnico benemerito della Fidal, e attuale responsabile del settore velocità dell'Italia che agli Europei schiererà le due staffette 4 per 400. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: