Notizie locali

Sport

Scherma: domani in Russia il ritorno in pedana del doppio iridato catanese Paolo Pizzo

Di Redazione
Pubblicità

Riparte domani da Kazan in Russia la Coppa del Mondo di spada e due anni dopo l'addio alla maglia azzurra nella prova di Calì in Colombia, ci sarà il clamoroso ritorno in pedana di Paolo Pizzo, catanese, classe 1983, doppio campione del Mondo di spada nel 2011 nella sua Catania e nel 2017 a Lipsia e argento olimpico a squadre ai Giochi di Rio 2016. Pizzo già lo scorso anno aveva fatto un passo indietro tornando in pedana dopo il lockdown per inseguire un sogno non troppo nascosto: partecipare alle terza Olimpiade in carriera dopo Londra 2012 e Rio 2016.

«In questo momento sto vivendo emozioni contrastanti - fa il suo esordio Paolino Pizzo, icona della spada mondiale - sono felicissimo di rientrare in pedana dopo due anni e riparto dopo che avevo già iniziato questo percorso per provare a rientrare ai Giochi di Tokyo e non essendoci state gare l’obiettivo è sfumato. Ma guardo avanti e questa gara mi servirà per capire se tutto il lavoro fatto ha avuto senso».

UN QUARTETTO ETNEO. In Russia Pizzo ripartirà domani dalle qualificazioni visto che occupa al momento il 183° posto nel ranking mondiale e stesso cammino anche per Enrico Garozzo (27°), Marco Fichera (32°) e il giovane etneo Gianpaolo Buzzacchino salito prepotentemente al 79° posto.

RICORDI FELICI. Domenica il tabellone principale, preceduto da quello femminile che scatterà sabato e vedrà impegnate le due etnee Rossella Fiamingo (38ª nel ranking) che su queste pedane vinse il primo dei suoi due titoli iridati (il 2° oro a Mosca nel 2015, prima dell'argento ai Giochi di Rio 2016) e Alberta Santuccio (31ª). Lunedì le qualificazioni delle prove a squadre e martedì le due finali dove dovrebbero approdare i due team azzurri guidati dal ct Sandro Cuomo (a Kazan nello staff medico ci sarà sempre il catanese Gigi Mazzone) che sono già qualificati per i Giochi di Tokyo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità