Notizie locali

Sport

La prima del Catania al Massimino senza la voce di Stefania

Di Redazione
Pubblicità

CATANIA Al momento dell'annuncio delle formazioni tutti gli occhi sono andati su, nel box che per trent'anni ha raccontato e urlato i gol e le vittorie più belle del Catania. Era una seconda casa per Stefania Sberna, la speaker scomparsa nei giorni scorsi. E ha fatto bene la società rossazzurra a chiedere alle figlie, Giulia e Federica, di raccogliere l'eredità della mamma amatissima dai tifosi, tanto che la Nord e la Sud hanno dedicato a Stefy due striscioni giganteschi: "Vincere per noi, per la maglia, per Stefania" e "Stefania la tua voce per l'eternità". Accanto c'era, nella Sud, un lenzuolo per Gabriele ("Gabriele per sempre") e prima del via è stato depositato un mazzo di fiori per ricordare Vincenzo Galvagna, tifoso appassionatissimo scomparso nei giorni scorsi per un incidente domestico.

Nella giornata dei ricordi Federica e Giulia hanno preso il coraggio a quattro mani. E quando si sono alternate al microfono per annunciare le formazioni delle due squadre molti occhi erano lucidi nel ricordo della madre. Prima del via è stata anche diffusa la voce della Sberna che annunciava, con il suo inconfondibile timbro, un gol del Catania.
I rossazzurri hanno vinto, al gol di Dall'Oglio ecco le ragazze gridare: "Per il Catania ha segnato..." che è stata la frase della felicità, quella dei gol rossazzurri che Stefania annunciava coprendo persino l'esultanza dello stadio. Prima del via la squadra, ma anche i famigliari di Stefania, hanno indossato una maglia celebrativa, nel box è stata sistemata - alla presenza dell'assessore Parisi e di alcuni colleghi tra cui Francesco La Rosa che ci ha fornito gentilmente gli scatti - una foto di una Stefania sorridente durante una manifestazione di solidarietà organizzata da Luca Napoli, altro amico fraterno della giornalista che coinvolgeva puntualmente durante le manifestazioni che si tenevano al Massimino con presenze record.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: