Notizie locali
Pubblicità

Gossip

Per Miriam Leone è il grande giorno: sposa a Scicli dopo 13 mesi di preparativi

Le attese nozze con Paolo Carullo tra Scicli e Donnafugata

Di Carmelo Riccotti La Rocca

Ci siamo. Le città di Scicli e Ragusa oggi faranno da cornice ad uno dei matrimoni più attesi dell’anno: quello tra la nota attrice Miriam Leone e il compagno Paolo Carullo. Sono stati mesi intensi per le amministrazioni comunali che hanno organizzato l’evento in gran segreto, come richiesto dai futuri sposi. Per la Giunta di Scicli è stato un lavoro lungo 13 mesi, come affermato dagli stessi amministratori che hanno reso note le nozze solo alcuni giorni fa. Nel corso di questo ultimo anno Miriam Leone e il futuro marito sono state diverse volte a Scicli, accompagnati dall’entourage che si occuperà dell’organizzazione del matrimonio, per decidere, nel più assoluto riserbo, i dettagli della cerimonia. 

Pubblicità

Per la celebrazione religiosa dell’unione è stato scelto il suggestivo Santuario di Santa Maria La Nova. È lì che sarà celebrata la messa, ma poi, stando anche alle disposizioni sulla viabilità, gli sposi si recheranno anche nel centro storico. Oltre agli invitati che, stando alle indiscrezioni, dovrebbero essere circa 200 (e tra questi sono attesi anche molti vip), è molto probabile che Scicli venga presa d’assalto da fan, curiosi e giornalisti. Per il ricevimento, poi, si sposteranno tutti al Castello di Donnafugata che già, nel 2012, fu teatro del matrimonio tra gli attori Luca Zingaretti e Luisa Ranieri. L’amministrazione ragusana ha quindi messo a disposizione l’incantevole parco del Castello che, già da ieri, è stato chiuso al pubblico per consentire l’allestimento e l’organizzazione. Inizialmente pare che anche il ricevimento si sarebbe dovuto svolgere a Scicli. Miriam Leone a Paolo Carullo sarebbero rimasti letteralmente incantanti del Convento della Croce tanto da averlo scelto come location ideale per la cerimonia conclusiva del matrimonio. Nel corso di questi ultimi mesi i due futuri sposi hanno effettuato diversi sopralluoghi presso il Convento facendo pervenire (per conto di un’associazione) anche una richiesta ufficiale per l’utilizzo. Alla fine però, pare per motivi logistici, è saltato tutto, così l’entourage dei futuri sposi ha virato verso il Castello di Donnafugata.   

 

 

I giorni che hanno preceduto la fatidica data del matrimonio, hanno registrato certamente un’attenzione mediatica nazionale verso le città che ospiteranno l’evento, ma non sono mancate anche le battute ironiche. Sui social sono tanti i commenti che ironizzano, in particolar modo, sulle dichiarazioni della Giunta comunale di Scicli che ha precisato di lavorare da 13 mesi all’evento. Infine non sono mancate neanche le polemiche per il fatto che tanti accusano l’amministrazione di aver cancellato i commenti non graditi dalla pagina Facebook del Comune. 

Al netto delle polemiche, in ogni caso, oggi le città di Scicli e Ragusa avranno i riflettori puntati grazie ad un evento che porterà in provincia volti noti del mondo dello spettacolo e che creerà certamente un indotto economico non indifferente.  
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: