Notizie locali
Pubblicità

Gossip

William e Harry ai ferri corti per colpa di Meghan

In un libro ricostruita la lite tra i due eredi della Casa Reale Britannica: la duchessa del Sussex prepotente e sgarbata con il personale di corte

Di Benedetta Guerrera

Nuova puntata nella soap opera sui reali britannici. Protagonisti sempre loro: William, Harry, Kate e Meghan, che una volta erano chiamati i Fab four in omaggio ai Beatles e che oggi sono divisi. E come allora la colpa del divorzio tra Paul McCartney e John Lennon fu data alla carismatica moglie di quest’ultimo, Yoko Ono, così oggi una certa narrazione continua ad accusare Meghan della rottura tra i due figli di Lady Diana. 
L’ultimo libro a sostenere la tesi, vagamente sessista, della moglie arpia ed egoista che ha portato via il marito dalla sua famiglia d’origine si intitola "The Battle of the Brothers' e racconta uno dei momenti più gravi nella crisi tra William e Harry finito con il fratello maggiore che caccia, metaforicamente, di casa il minore decidendo di separare i casati, con staff annessi.

Pubblicità

La spaccatura, scrive l’autore Robert Lacey, sarebbe stata innescata da un’email dell’ottobre 2018 nella quale si affermava che Meghan si stava comportando in modo prepotente con il personale del palazzo. Il messaggio fu inviato da Jason Knauf, capo della comunicazione dei Cambridge e dei Sussex, al segretario personale di William, Simon Case, che la girò subito al principe.

A quel punto, il primogenito di Carlo e Diana decise di chiamare il fratello ma la telefonata assunse toni molto accesi, si legge nel il libro, culminando con Harry che attaccò la cornetta in faccia al fratello. 

La tesi di una Meghan diva capricciosa e maleducata non è nuova ed è già stata fortemente smentita dai duchi di Sussex. Ma il libro aggiunge qualche elemento, se possibile, ancor più velenoso e destinato a far discutere i fan dei due schieramenti. Non meglio precisati impiegati di Kensington Palace hanno raccontato all’autore che Meghan «recitava la parte della vittima, ma era prepotente e sgarbata con il personale di corte, in linea con le abitudini di Hollywood». Un modo di fare, sostengono, che ha probabilmente trasmesso ad Harry, più di una volta pizzicato ad «urlare» ai suoi assistenti. «I Sussex creavano un ambiente veramente tossico», ha raccontato uno dei cortigiani a Lacey. Un regno del «terrore», ha detto un altro dipingendo Meghan come una moderna Maria Antonietta. 

 Tutto questo, si legge negli estratti del libro, non fece che confermare quello che William sospettava della moglie del fratello e sul quale Kate, «diffidente sin dall’inizio» nei confronti dell’attrice, lo aveva messo in guardia. E cioè che Meghan fosse «ostile» al sistema reale e che avesse pianificato di lasciare la monarchia fin dall’inizio della sua relazione con Harry per tornare assieme negli Stati Uniti. Un «piano» per "portare via il suo amato fratello». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: