Notizie locali
Pubblicità

ipress news

Ance Catania, tre tirocinanti negli uffici Urbanistica del Comune etneo: un supporto concreto a favore della collettività

I giovani hanno incontrato i vertici istituzionali e dell’associazione dei costruttori

Di Redazione

CATANIA - Forze nuove, giovani con idee e progetti che potranno di certo dare nuovo impulso agli uffici comunali che hanno un ruolo centrale per lo sviluppo del territorio. A partire da oggi (mercoledì 16 giugno 2021) Rosario Pavone, Alice Ferlito, Tamara Hamam saranno i laureati di Ingegneria e Architettura dell’Università degli Studi di Catania, che per 6 mesi supporteranno come tirocinanti il Dipartimento Urbanistica e gestione del territorio del Comune di Catania (Urbamet), diretto da Biagio Bisignani. Una possibilità – offerta da Ance Catania e frutto della sinergia con l’Amministrazione - per accrescere e mettere in pratica le competenze acquisite.

Pubblicità

Le presentazioni ufficiali nella sede dei Costruttori del capoluogo etneo: «Ringrazio Ance Catania – ha dichiarato il sindaco Salvo Pogliese – perché continua a contribuire a quel percorso di crescita e riqualificazione avviato dopo il dissesto finanziario, dichiarato quasi tre anni fa. L’inserimento dei tre giovani sarà di grande supporto ai nostri uffici, che necessitano di risorse e figure smart: su circa 2.000 dipendenti, esclusi i dirigenti in servizio, sono presenti in pianta organica solo 24 tecnici (2 ingegneri, 2 architetti e 20 geometri): una forza professionale esigua rispetto alla grande mole di lavoro richiesta». La collaborazione avviata con realtà associative e con i privati negli ultimi anni «si è già dimostrata proficua in più occasioni – sottolinea Pogliese – consentendo al Comune di alleggerire le spese e di tenere attivi settori strategici come il commercio, il turismo e l’edilizia».

«Attualmente – ha aggiunto il presidente di Ance Catania Rosario Fresta – vi è un’evidente carenza di personale negli uffici Tecnici e dell’Urbanistica del Comune di Catania. Quello di oggi è un altro segno tangibile della nostra presenza sul territorio a favore della collettività e delle nostre imprese. Possiamo ritenerci soddisfatti di poter dare un supporto concreto a questa Amministrazione, che ha messo in atto numerose iniziative e progetti per migliorare la città. Speriamo che con le risorse disponibili grazie ai finanziamenti, quali il Patto per il Sud e il Patto per Catania, si possa proseguire su questa strada e ampliare i piani di intervento. Catania deve tornare ad avere la dignità che merita».

«Ance Catania mantiene fede alla promessa fatta – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Trantino – L’inserimento di menti fresche e volenterose, le loro idee innovative e il loro desiderio di dare un contributo alla collettività saranno fondamentali per un cambio generazionale e culturale. Vogliamo avviare una nuova stagione urbanistica: l’inizio di questi tirocini rappresenta un tassello importante. In questa direzione – ha concluso Trantino – rientra anche l’inserimento di altri 14 nuovi giovani ingegneri e architetti provenienti dall’Università di Catania».

All’incontro erano presenti anche il dirigente del Dipartimento Urbanistica di Catania Biagio Bisignani e il vicepresidente di Ance Catania Giuseppe Costantino.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA