Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

agenzia

Allenatore contro arbitra, ‘danneggiati per motivi politici’

Direttrice gara è candidata di Fi, il padre del mister per il Pd

Di Redazione |

ROVIGO, 15 MAG – L’arbitra fischia “contro” una delle due squadre, e l’allenatore protesta perché è di una parte politica contraria a quella della sua famiglia. E’ accaduto – scrivono i quotidiani locali – la termine della finale play off di calcio di Terza categoria di Rovigo, tra la Rivarese e la Giovane Italia Polesella, terminata 2-1. Il tecnico sconfitto, Nicola Tosini. dopo la gara si è scagliato contro l’arbitra, Benedetta Fugalli, che a suo dire avrebbe danneggiato la sua squadra con le sue decisioni: “Mio padre – ha dichiarato il mister – è il candidato sindaco del Pd alle elezioni comunali di Rovigo, mentre l’arbitro è candidata come consigliere comunale, con Forza Italia. È’ stata una designazione inopportuna: siamo stati penalizzati e l’arbitro ci ha negato due rigori”. Sorpreso il coordinatore provinciale di Forza Italia, Piergiorgio Cortelazzo, secondo cui “sembra una polemica assurda e fuori da ogni logica. Le dinamiche sportive non vanno assolutamente confuse con la politica. Posso comprendere il dispiacere dell’allenatore, ma è una situazione paradossale. Per Nicola Tosini gli arbitri non devono fare politica, allora io rispondo che i figli dei candidati sindaci non devono allenare”, ha concluso. Per il padre e candidato sindaco Pd, Palmiro Franco Tosini, presente alla gara, si è trattato di un “arbitraggio discutibile e non all’altezza di una partita così importante. Comprendo lo stato d’animo di mio figlio Nicola, serviva una terna arbitrale più esperta, ma l’appartenenza politica della ragazza a Forza Italia non incide, non c’entra”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: