Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

agenzia

Genovese chiede di patteggiare per evasione fiscale, 75mila euro

Proposti 10 mesi convertiti in sanzione pecuniaria

Di Redazione |

MILANO, 11 GIU – L’ex re delle startup Alberto Genovese punta a chiudere la vicenda su una presunta evasione fiscale di 4 milioni e 300mila euro con un patteggiamento a 10 mesi convertiti in 75mila euro di sanzione pecuniaria. La proposta, che vede il parere favorevole della Procura, è stata avanzata oggi al gup Chiara Valori, che deciderà alla prossima udienza fissata per il 2 luglio. Genovese, condannato definitivamente a 6 anni e 11 mesi di reclusione per aver drogato e violentato due ragazze, aveva già risarcito il fisco. Prosegue intanto il processo con rito abbreviato che vede Genovese imputato per altri episodi di abusi sessuali nei confronti di altre due giovani, che sarebbero stati commessi sempre rendendole incoscienti con un mix di droghe, in particolare cocaina. L’ex fidanzata Sarah Borruso, imputata a sua volta per una delle vicende e per un tentativo di abuso su una 28enne quattro anni fa, ha reso oggi dichiarazioni spontanee. Per lei i pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini hanno chiesto alla scorsa udienza una condanna a 3 anni, mentre per lui a 3 anni e 4 mesi. Oggi hanno discusso i legali delle parti civili e poi prenderanno la parola le difese.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: