Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ancora caldo e afa con punte di 35 gradi e temporali di calore

La tendenza conferma che nella prossima settimana, con l'asse del promontorio inclinato verso i Balcani - affermano i meteorologi di Meteo Expert -, l’Italia sarà investita in pieno dalla massa d’aria rovente

Di Redazione

Nel terzo fine settimana di giugno l'anticiclone nord africano si allunga fino all’Europa centrale, la regione alpina e le regioni dell’Italia centro-settentrionale, dove si accentua la stabilità atmosferica. Temporali di calore oggi solo su Alpi occidentali, Calabria e Sicilia orientale per poi scomparire del tutto domani. Caldo e afa rimangono intensi soprattutto al Nord, in Toscana e Sardegna con punte intorno ai 35 gradi. Sempre oggi una temporanea intensificazione dei venti settentrionali sul medio Adriatico e al Sud riuscirà a contenere le temperature in questi settori.

Pubblicità

La tendenza conferma che nella prossima settimana, con l'asse del promontorio inclinato verso i Balcani - affermano i meteorologi di Meteo Expert -, l’Italia sarà investita in pieno dalla massa d’aria rovente, dando vita ad una più intensa e diffusa ondata di calore. Oggi su quasi tutta l’Italia il tempo sarà soleggiato e caldo, nonostante ancora il passaggio localmente di alcune velature.

Qualche addensamento più consistente, già dal mattino su Calabria meridionale e Sicilia, con la possibilità di alcuni rovesci o isolati temporali, più probabili nelle aree interne e da metà giornata. Annuvolamenti a inizio giornata anche tra Marche e Abruzzo. Nel pomeriggio, inoltre, non si escludono occasionali brevi temporali di calore nel settore alpino occidentale. Temperature massime in contenuta diminuzione lungo il medio e basso Adriatico, in Basilicata, Calabria e Sicilia. Picchi di 33-35 gradi al Nord, regioni centrali tirreniche e Sardegna. Venti settentrionali in rinforzo al Centro-Sud, specie sul settore adriatico e appenninico; per lo più deboli altrove, con temporanei rinforzi di brezza. Mari: a tratti mossi l’Adriatico centro-meridionale, l’alto Ionio, il Tirreno sud-occidentale e i mari intorno alla Sardegna. Calmi o poco mossi tutti gli altri bacini. Domani il tempo sarà generalmente soleggiato e molto caldo in tutte le regioni. Da segnalare solo qualche annuvolamento nel settore alpino, in particolare sulle Alpi piemontesi e in Valle d’Aosta, nelle zone interne del Sud e della Sicilia. Non si escludono locali e brevi precipitazioni in Valle d’Aosta tra pomeriggio e sera. Temperature minime oltre la soglia del 20 gradi ("notti tropicali") in più della metà del territorio; massime in lieve rialzo sul medio Adriatico e al Sud, per lo più comprese fra 28 e 33 gradi, ma con locali picchi di 34-36 gradi ancora possibili al Nord, in Toscana, Umbria e Sardegna. Venti deboli a regime di brezza, con qualche rinforzo di Scirocco sul mare e Canale di Sardegna. Mari in prevalenza calmi o poco mossi; ancora localmente mossi i mari meridionali, ma con moto ondoso in attenuazione.

Lunedì sarà un’altra giornata pienamente estiva con tempo soleggiato. Nel pomeriggio sviluppo di locali annuvolamenti sulle Alpi e sui rilievi di Calabria e Sicilia, ma con basso rischio di precipitazioni, a parte dei brevi e isolati rovesci o temporali sui monti dell’Alto Adige. Caldo in aumento, con l'ondata di calore che si estende a buona parte del nostro Paese. Minime sopra i 20 gradi nella maggior parte d’Italia; massime in rialzo, con valori compresi fra 29 e 34 gradi, ma con picchi di 35-36 gradi al Nord, nelle zone interne del Centro-Sud e delle Isole. Venti sempre deboli a regime di brezza, con qualche rinforzo di Scirocco intorno alla Sardegna. Mari in prevalenza calmi o poco mossi; ancora localmente mosso il Canale di Sardegna.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: