Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ingegnere italiano morto ad Amsterdam, l'autopsia rivelerà se è stato ucciso

Di Redazione

L’autopsia sul cadavere di Paolo Moroni, l’ingegnere informatico della provincia di Roma trovato morto giovedì scorso nella sua casa di Amsterdam, dovrebbe svolgersi tra domani e mercoledì. A rivelarlo all’ANSA è l’avvocato Bruno Forestieri, che sta seguendo il caso per conto della famiglia della vittima.

Pubblicità

«Al momento la salma è in obitorio e stiamo cercando di capire se c'è la possibilità di inviare un nostro medico legale di parte - spiega -. Martedì i familiari raggiungeranno l’Olanda, mentre io domani avrò una prima call con un collega olandese che ho contattato in questi giorni per seguire l’inchiesta».

L'abitazione nella quale è stato ucciso Moroni era di sua proprietà e l’aveva acquistata da poco. «Al momento è chiusa e sotto sequestro», aggiunge l’avvocato Forestieri. Sul movente dell’omicidio vige il più rigoroso riserbo, anche se al momento le ipotesi più avvalorate sono quelle di una rapina finita male o di un incontro poi rivelatosi pericoloso.

«Paolo era un lavoratore stimato, con un notevole bagaglio di conoscenze nel suo ambito - conclude l’avvocato -. Nel suo passato non c'è nulla che potesse far pensare alla terribile tragedia. Il corpo senza è stato trovato nella casa che aveva appena comprato». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: