Notizie locali
Pubblicità

Italia

Crociere: due navi Costa vanno in flotta Carnival negli Usa

Costa Venezia traslocherà dal 2023 e Costa Firenze nel 2024.

Di Redazione

GENOVA, 22 GIU - Due navi di Costa crociere, Costa Venezia e Costa Firenze, traslocheranno nella Stati Uniti, passando nella flotta Carnival. Costa Venezia "emigrerà" nella primavera 2023, Costa Firenze seguirà nel 2024. "Siamo entusiasti di vedere queste iconiche navi Costa fare il loro debutto negli Stati Uniti sotto la guida e la gestione del nostro marchio gemello. Costa metterà a disposizione le sue bellissime navi dal design italiano e Carnival offrirà divertimento in stile italiano" dichiara in una nota Mario Zanetti, direttore generale di Costa Crociere. "Vista la lenta ripartenza delle operazioni in Asia e il forte riavvio delle crociere negli Stati Uniti - aggiunge - abbiamo deciso di cogliere questa opportunità per permettere ai tanti ospiti nordamericani di apprezzare le caratteristiche uniche delle nostre navi, creando sinergie all'interno di questo importante mercato". L'idea è lanciare un concetto di crociera "Costa by Carnival", dedicato agli ospiti nordamericani di Carnival. Nel frattempo, fino a quando non passeranno sotto le insegne della controllante Carnival, le due navi continueranno a operare sugli itinerari previsti. Costa Crociere comunicherà più avanti con quali navi saranno poi sostituite. "Questa è per noi una straordinaria opportunità di operare altre due bellissime navi della classe Vista negli Stati Uniti e di offrire un'esperienza unica a coloro che amano la cultura, il cibo e l'atmosfera dell'Italia", ha detto Christine Duffy, presidente di Carnival Cruise Line. "Ci sono diverse modalità con cui intendiamo creare un'esperienza coinvolgente per i nostri ospiti che sceglieranno una crociera su queste navi che, con i loro elementi di design italiano, ristoranti e negozi, offriranno l'intrattenimento di Carnival facendo leva sullo spirito italiano della nostra compagnia gemella Costa".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: