Notizie locali
Pubblicità

Italia

Donna di 84 anni trovata a pezzi nella vasca, sentite le figlie

L'anziana viveva da sola e non si vedeva nel quartiere da due mesi. Nessun segno di effrazione o colluttazione

Di Redazione

L’hanno trovata morta nella vasca da bagno, il corpo in avanzata fase di decomposizione e fatto a pezzi. Segno che il delitto e lo scempio del suo cadavere risalgono a giorni fa. E' stata una figlia che vive a Trento, che non la sentiva da qualche tempo a trovarla stamattina e a chiamare i medici i quali hanno avvertito i carabinieri. 
 I militari hanno effettuato accertamenti per tutta la giornata nello stabile dove si trova l’appartamento di Lucia Cipriano, 84 anni, una palazzina in via Boves a Melzo, centro alle porte di Milano. 

Pubblicità


 Il pm di turno Elisa Calanducci ha sentito come testimoni i parenti della donna trovata uccisa, madre di tre figlie che non vivevano con lei. Una delle tre è certamente stata sentita dagli inquirenti e anche a lungo nella caserma di Pioltello. 
 I vicini raccontano che la donna viveva sola, non si vedeva nel quartiere da circa due mesi. Non stava affatto bene. Nei giorni precedenti l’anziana era uscita di casa in pigiama e aveva cominciato a vagare per le vie del paese. Erano stati i carabinieri ad accompagnarla a casa. 
 I militari hanno eseguito rilievi e prelevato impronte in tutto l’appartamento della palazzina di quattro piani in mattoni, mentre il pubblico ministero sentiva vicini e parenti. 
 Sembra che le indagini si concentrino nell’ambito familiare. 


 L’anziana non aveva amici, non frequentava nessuno e sulla porta non vi erano segni di effrazione, né le condizioni dell’appartamento facevano pensare a una rapina finita male, con una colluttazione conclusasi in omicidio. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA