Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ecco 'Un campione per amico', "bello tornare nelle piazze"

Banca Generali partner dell'iniziativa per l'11mo anno di fila

Di Redazione

ROMA, 09 MAG - Sport, educazione e ragazzi. Riparte 'Banca Generali - Un campione per amico', il più grande appuntamento di educazione allo sport in Italia dedicato ai ragazzi delle scuole primarie. Dopo due anni di pandemia torna il tour che coinvolge quattro grandi star dello sport italiano. Da Adriano Panatta a Francesco Graziani, passando per Andrea Lucchetta e Martin Leandro Castrogiovanni. Tutti insieme per dieci tappe da maggio a ottobre con il via domani a Teramo. Un'niziativa che assume, quest'anno più che mai, un valore ancora maggiore perché una recente indagine IPSOS ha evidenziato come il Covid19 abbia costretto il 48% dei bambini italiani a sospendere ogni tipo di attività sportiva. Da qui riparte Adriano Panatta. "C'è voglia di fare. Abbiamo sofferto due anni, ha sofferto tutto il mondo e in particolare i più piccoli. Per noi è importante riprendere e portare fuori i bambini a giocare nei parchi e nelle piazze". Un'iniziativa accompagnata da Banca Generali, al suo undicesimo anno da main sponsor del progetto. "Siamo felici di tornare nelle piazze italiane insieme a Panatta, Graziani, Lucchetta e Castrogiovanni - ha detto Marco Bernardi, vice direttore generale di Banca Generali - 'Un Campione per Amico' è ormai un appuntamento che rappresenta al meglio il dna di Banca Generali: l'impegno al fianco delle nuove generazioni si accompagna a occasioni di dialogo e riflessione sul mondo del risparmio. Ci auguriamo che il ritorno di questo evento possa trasformarsi nel vero volano per la ripartenza non solo delle 10 città coinvolte, ma per tutto il Paese". Perché "lo sport è salute e quando si fa con il sorriso diventa divertente e accogliente" ha aggiunto Andrea Lucchetta dalla sala stampa del club presieduto da Paolo Cerasi, mentre Castrogiovanni, al suo esordio a 'Un campione per amico', ha aggiunto: "Sono onorato di essere qui. Lo sport deve essere felicità, sicuramente sacrificio, ma quando si fa col sorriso si fa meglio. Quattro sport diversi come calcio, tennis, rugby e pallavolo faranno benissimo ai bambini. Tutti insieme possiamo davvero aiutare i piccoli".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA