Notizie locali
Pubblicità

Italia

Il Milan multato per la vendita di biglietti a ultras con Daspo

Passaggio attraverso l'Associazione Italiana Milan Club

Di Redazione

MILANO, 22 FEB - Il questore di Milano, Giuseppe Petronzi, ha contestato alla società sportiva A.C. Milan la violazione amministrativa relativa alla vendita di biglietti a prezzo agevolato a persone colpite da Daspo. La violazione prevede il pagamento "in misura ridotta" di 66.667 euro. La multa è stata disposta al termine di accertamenti iniziati nel settembre 2021 a seguito della presunta cessione di biglietti da parte del Milan, in occasione di incontri casalinghi, a ultras destinatari di Daspo o altre misure di prevenzione. Il passaggio sarebbe avvenuto attraverso l'Associazione Italiana Milan Club e faceva riferimento a biglietti al club "Secondo Blu". Gli investigatori, anche attraverso testimonianze, hanno scoperto che in alcuni casi i tagliandi erano classificati con la "Tariffa Aimc" ma intestati a tifosi non affiliati all'Associazione ma aderenti alla Curva Sud. E' stato inoltre riscontrata una maggiorazione del prezzo nominale del biglietto che avrebbe alimentato il fenomeno del secondary ticketing. Il Milan Club "Secondo Blu" è costituito da circa 2 mila persone in buona parte appartenenti agli ultra' della Curva Sud e presieduto da un 35enne destinatario di diversi provvedimenti Daspo e - come comunica la questura - mai riabilitato. La vendita dei biglietti avviene attraverso i terminali dell'Aimc che li compra singolarmente sulla base di una lista di nomi raccolti dalla tifoseria organizzata e inviati via mail. Successivamente, prima della partita, i tagliandi sono inviati via mail al 35enne o ad altre persone riconducibili alla Curva Sud che pagano in contanti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA