Notizie locali
Pubblicità

Italia

Il mistero delle due donne trovate morte in un campo di mais

Una delle due aveva dato l’allarme al 112, venerdì mattina, spiegando che entrambe erano state investite da una mietitrebbia

Di Redazione

Sono state trovate morte le due donne di origine marocchina, di 28 e 32 anni, una delle quali aveva dato l’allarme al 112, venerdì mattina, spiegando che entrambe erano state investite da una mietitrebbia in un campo di mais a San Giuliano Milanese, in provincia della metropoli. Sui cadaveri - spiegano gli inquirenti - sono stati riscontrati segni compatibili con l’investimento di un mezzo pesante. Al cellulare una delle straniere aveva detto, parlando in arabo con i carabinieri coadiuvati da un interprete, che era stata gravemente ferita e che la sua amica era già deceduta. 

Pubblicità

«Si indaga per cercare di arrivare a chiarire i contorni della vicenda e per identificare il responsabile, lavoreremo anche - dice il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro - per cercare di capire anche come mai queste due donne si trovassero lì». Nelle vicinanze non è stata però trovata la mietitrebbia. Una delle due straniere era incensurata, l’altra aveva precedenti di polizia per rapina. 

E’ una vicenda dai contorni ancora piuttosto confusi. La telefonata è stata fatta verso le 11.30. Poi il buio. I militari hanno immediatamente iniziato le ricerche che sono state molto difficili. Si è scoperto così dalle famiglie che le nordafricane erano scomparse e che, però, non era ancora stata presentata un denuncia. La Procura di Lodi aveva subito temuto per le loro vite. Sono state intensificati i controlli fino al tragico ritrovamento dei corpi in serata. Rimangono molti interrogativi. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: