Notizie locali
Pubblicità

Italia

In centinaia in piazza a Foligno per la pace in Ucraina

Anche il vescovo Sorrentino ha portato il conforto della Chiesa

Di Redazione

PERUGIA, 26 FEB - La comunità ucraina di Foligno, sostenuta da decine di associazioni, studenti e semplici cittadini, stamani è scesa in piazza per dire "basta guerra", implorando aiuto. Circa 300 persone si sono ritrovate in piazza San Domenico, tra queste anche il vescovo di Assisi-Foligno, mons. Domenico Sorrentino che ha così portato il conforto della Chiesa invocando la pace e chiedendo "una immediata cessazione dei combattimenti". "Vogliamo un'Europa libera e per farlo dobbiamo essere tutti uniti, non possiamo accettare quello che sta accadendo nel nostro Paese", racconta all'ANSA una signora sulla sessantina con le lacrime agli occhi. "In Ucraina - aggiunge - ho ancora mia mamma, mio figlio, i miei nipoti. Tutti hanno paura di lui (Putin, ndr), ma l'Ucraina no e vedrete che alla fine vinceremo questa guerra". Varie donne - la maggior parte lavora in Italia come badante - si alternano al microfono e parlano alla piazza, raccontando quanto sta accadendo in Ucraina, dando anche aggiornamenti che arrivano minuto per minuto sui loro smartphone. "Abbiamo vittime tra i civili - spiega una di loro - per i bombardamenti dal cielo. Non vi chiediamo di intervenire in guerra, ma aiutateci, abbiamo bisogno del vostro sostegno".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA