Notizie locali
Pubblicità

Italia

Italiana in carcere a Zanzibar, udienza rinviata a domani

Giudice assente per lutto. Lunga visita ambasciatore d'Italia

Di Redazione

ROMA, 21 GIU - E' stata aggiornata a domani la prima udienza del processo a carico di Francesca Scalfari e suo marito Simon Wood, la donna nata nel milanese e il britannico sotto accusa in carcere Tanzania per riciclaggio di denaro e falso. Lo segnalano fonti informate a Zanzibar precisando che il rinvio è stato spiegato con l'assenza del giudice, sembra a causa di un grave lutto. "Presso l'Alta Corte di Zanzibar, la Pubblica accusa ha chiesto il rinvio a venerdì mentre la difesa ha ottenuto che l'udienza si tenga già domani, mercoledì, in considerazione del fatto che gli imputati devono rimanere in prigione", ha riferito una fonte. La coppia che da 15 anni vive a Zanzibar dove gestisce un hotel, come noto, era stata arrestata la mattina del 7 giugno. Contro di loro, ha riferito Marco, fratello di Francesca, ci sono 13 accuse che si riferiscono a una precedente causa civile intentata da una coppia di ex soci italiani riguardo all'albergo. All'ANSA risulta che la causa è già arrivata a una conclusione con la restituzione delle quote di maggioranza a questi ultimi, i coniugi Giovanni e Isabella Viale. A quelle accuse si sono aggiunte altre due di riciclaggio di denaro e di falso ma i Viale sottolineano che queste imputazioni penali che hanno causato l'arresto non sono state mosse da loro. Presso l'Alta corte di Zanzibar, dove è stata subito rinviata la prima udienza del processo a carico di Francesca Scalfari, era presente anche l'ambasciatore d'Italia in Tanzania, Marco Lombardi. Da Zanzibar si è appreso inoltre che l'ambasciatore ha potuto visitare la coppia in carcere. La permanenza di Lombardi all'interno della prigione viene definita "lunga". Alla coppia è stato consentito di parlare, con una chiamata video e una vocale, anche col proprio figlio undicenne in Italia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA