Notizie locali
Pubblicità

Italia

La comunità Lgbt in soccorso del comune più piccolo d'Italia

 Monterone, in provincia di Lecco conta solo 29 abitanti e l'unica lista presentata alle comunali è quella Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale

Di Redazione

Nel più piccolo Comune italiano per popolazione, Monterone, in provincia di Lecco, l’unica lista valida per le elezioni Comunali è quella del Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale. Lo rende noto lo stesso partito, che nel centro della comunità montana della Valsassina, che conta solo 29 abitanti, ha schierato come candidato sindaco Andrea Grassi. 

Pubblicità

 «Ho scelto di candidarmi a Monterone perché non volevo far chiudere il Comune, commissariarlo e portarlo all’estinzione. In queste settimane parlerò con i residenti e ascoltare le loro volontà. Morterone non può essere commissariata», ha spiegato Grassi. «Monterone - ha aggiunto - può diventare un polo turistico internazionale ed essere ripopolato. Voglio lavorare per renderlo un paese popolato tutto l’anno, dove la gente può venire qui per trovare lavoro, ma anche un luogo inclusivo ed aperto. Inoltre, mi impegnerò per renderlo un paese smart, dove molti potranno anche trasferirsi qui per godersi la natura e lavorare in smart-working con le connessioni ad alta velocità». 
 Quello del Partito Gay «è un progetto nazionale di lungo respiro» sottolinea il partito, spiegando che in questa tornata elettorale sarà presente a Valnegra (Bergamo), in altri piccoli comuni e in grandi città come Milano, Torino, Roma e Napoli». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: