Notizie locali
Pubblicità

Italia

Lavoro: Milano Serravalle, 70 esuberi su 572 dipendenti

Mauro Luise (Cub), licenziamenti non sono per nulla inevitabili

Di Redazione

MILANO, 13 GIU - Settanta esuberi su 572 dipendenti con contratto a tempo indeterminato: lo ha comunicato ai sindacati, con l'apertura di un procedimento di licenziamento collettivo, la società Milano Serravalle-Milano Tangenziali. In gran parte - 47 unità - i lavoratori sono casellanti. Oggi si è svolto l'incontro fra le parti sociali previsto dalla norma. La società ha la necessità di "una razionalizzazione dei costi" e ha valutato tutte le misure di intervento previste dalla legge e dall'assetto contrattuale anche per non incidere pesantemente e negativamente sull'occupazione complessiva - si legge in sintesi nel documento di attivazione della legge 223 -. Compiute ed esaurite tutte le possibili azioni di ricollocazione e riqualificazione, per la concessionaria, non si può evitare di procedere alla riduzione di personale. Di tutt'altro avviso Mauro Luise e Walter Montagnoli della segreteria Cub Trasporti: "I licenziamenti non sono per nulla necessari, né inevitabili. Se si dovesse procedere su questa strada chiediamo comunque l'accompagnamento alla pensione con tutte garanzia contrattuali e normative senza perdite retributive. Se dovesse subentrare una modifica legislativa non vogliamo nuovi esodati". "Per quanto riguarda i lavoratori che rimangono - hanno concluso - bisogna garantire sviluppo, qualità, professionalizzazione e servizi agli automobilisti".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: