Notizie locali
Pubblicità

Italia

Lotteria Italia, torna il sogno da 5 milioni di euro

L'estrazione dei tagliandi fortunati nel corso dei "Soliti ignoti" condotto da Amadeus

Di Redazione

Torna il sogno milionario della Lotteria Italia. Stasera, come ormai tradizione, si terrà l'estrazione dei biglietti vincenti dello storico concorso a premi, divenuto negli anni un’icona del Paese. Occhi puntati, ovviamente, sul jackpot da 5 milioni di euro, ma la Lotteria consegnerà anche altri premi milionari. Per la prima volta da cinque anni torna a salire anche la vendita dei biglietti passati dai 4,7 milioni del 2020 ai 6,4 milioni di quest’anno, con un aumento di quasi il 39%. Per il quinto anno consecutivo, poi, a fare da cornice all’estrazione sarà la trasmissione Rai "Soliti ignoti" che ha già distribuito, fino ad oggi, 710 milioni di euro di premi giornalieri. 
Complice l’attenuazione delle restrizioni causa Covid, quest’anno la vendita dei biglietti - che presentavano nel frontespizio opere realizzate da artisti del terzo settore scelte da una commissione artistica - è tornata a crescere, soprattutto nei tradizionali punti vendita, come le aree di servizio, da sempre considerate il presunto «Graal» delle vincite.

Pubblicità

Lo scorso anno il premio da 5 milioni di euro andò a Pesaro che conquistò la prima edizione della Lotteria in epoca di pandemia. Le Marche sono tornate a festeggiare i jackpot più corposi dopo quasi un decennio. Due volte - nel 2012 a Numana e nel 2014 a Senigallia, entrambe in provincia di Ancona - era stato centrato il secondo premio da 2 milioni di euro. Nel 2010, ad Ascoli Piceno, era stato vinto il terzo premio da 1,5 milioni di euro. Il secondo premio dello scorso anno, di 2 milioni di euro, è andato al piccolo paese di Prizzi, nel Palermitano, mentre il terzo, di 1 milione, a San Gallicano nel Lazio, in provincia di Roma. 

Ma la Lotteria Italia possiede anche un inusuale primato, quello di premi non riscossi. Si tratta di circa 30 milioni di euro - come rivelano le agenzie specializzate Agipronews e Agimeg - che gli italiani hanno «dimenticato» dal 2002 ad oggi. Nell’ultima edizione, per esempio, non sono stati riscossi 400 mila euro, divisi in 10 premi di terza categoria da 25 mila euro ciascuno e da tre di seconda categoria da 50mila euro. Nel 2016, addirittura, non venne mai ritirato il premio da 2 milioni di euro, ma il primato degli 'sbadatì appartiene all’edizione 2008, quando a non essere reclamato fu il primo premio da 5 milioni di euro, venduto a Roma e rimesso poi in gioco l’anno successivo. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: