Notizie locali
Pubblicità

Italia

Maltempo: tempesta di vento in Abruzzo, danni e disagi

Alberi su auto e tetti divelti. Sindaco Pescara, restate in casa

Di Redazione

PESCARA, 17 SET - Alberi caduti sulle strade e sui veicoli in sosta, tettoie e tetti scoperchiati, scooter rovesciati a terra, palme e ombrelloni danneggiati sulla spiaggia. Sono solo i primi effetti della preannunciata ondata di maltempo che si sta abbattendo sull'Abruzzo dal primo pomeriggio con raffiche di vento violentissime. Dopo una mattinata caratterizzata da condizioni meteorologiche estive, nel giro di poco le temperature sono precipitate anche di oltre 10 gradi. Ovunque, in particolare sulla costa - da Pescara a Montesilvano, da Martinsicuro a Silvi, da Ortona a Vasto - si segnalano danni e disagi. Tante le chiamate arrivate ai centralini dei Vigili del Fuoco. A Pescara il sindaco Carlo Masci ha attivato il Centro operativo comunale (Coc): le squadre della Protezione Civile stanno presidiando la città, gli operai del settore Manutenzioni stanno intervenendo per eliminare situazioni di pericolo. "Vi raccomando di restare nelle vostre case, se non dovete necessariamente uscire, fino a quando non sarà terminata la bufera di vento", scrive sui social il primo cittadino. In Prefettura è stato attivato il Centro di coordinamento soccorsi (Ccs). Il Coc, oltre a Pescara, è stato attivato in diversi comuni, tra cui Francavilla al Mare e Ortona (Chieti). Tante le zone impraticabili. A Martinsicuro, ad esempio, a causa della caduta di alberi in carreggiata, fa sapere l'Anas, è provvisoriamente chiusa, in entrambe le direzioni, la strada statale 259 "Vibrata" dal km 0,400 al km 1,200. Anche il sindaco di Spoltore Chiara Trulli ha attivato il piano di emergenza comunale. Il territorio e' presidiato da quattro squadre, tra uomini della Protezione Civile, personale della Spoltore Servizi e della Polizia Locale, per monitorare la situazione e intervenire tempestivamente in caso di necessita'.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: