Notizie locali
Pubblicità

Italia

Omicidio nel Sassarese, aggressione dopo lite in strada

Il 40enne in carcere, mogli e suocera ancora in gravi condizioni

Di Redazione

PORTO TORRES, 27 FEB - È stato trasferito nel carcere di Bancali a Sassari Fulvio Baule, il 40enne di Ploaghe (Sassari) che ieri sera ha ucciso a colpi d'ascia il suocero, Basilio Saladino, poliziotto 75enne in pensione, e ha ferito la suocera Caterina Mancusa e la moglie, Ilaria Saladino, dalla quale si era da poco separato. Un assalto efferato compiuto per strada, davanti all'ingresso del condominio di Porto Torres dove vivono i suoceri, e davanti ai gemellini di 1 anno, figli della coppia, che al momento dell'aggressione erano con la mamma. L'omicida dopo essersi costituito ai carabinieri che gli davano la caccia ha confessato tutto, confermando i fatti che erano già stati appurati dai militari sentendo i numerosi testimoni che hanno assistito al delitto. Baule ha aggredito con calci e pugni la moglie dalla quale si era separato dopo avere avuto due figli; il suocero e la suocera sono intervenuti in difesa della loro figlia, c'è stato uno scontro fisico con il pensionato, il 40enne ha preso dal portabagagli della sua auto un'accetta e ha ferito la moglie alla testa, ha ucciso l'ex poliziotto e ha colpito la suocera. La moglie e la suocera, entrambe in fin di vita, sono tuttora ricoverate all'ospedale Santissima Annunziata di Sassari. Le loro condizioni sono disperate. I medici le terranno in coma farmacologico per 72 ore per poi decidere se e come intervenire. L'omicida, assistito dall'avvocato Nicola Lucchi, dopo essere stato interrogato dalla pm, Enrica Angioni, alla quale ha detto si essersi difeso da un'aggressione del suocero, è stato trasferito nel carcere di Bancali.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA