Notizie locali
Pubblicità

Italia

Padre e figlia con sindrome cardiaca salvati nello stesso giorno

Doppio intervento chirurgico a Ospedale del Cuore di Massa Carrara

Di Redazione

 Affetti dalla stessa sindrome, operati nello stesso giorno e salvati dallo stesso medico dell’'Ospedale del cuorè di Massa (Massa Carrara) della Fondazione Monasterio. È la storia di Bruno e Alessia, padre e figlia, entrambi affetti dalla Sindrome di Marfan, una patologia genetica che attacca il sistema cardiaco, individuata dai medici prima nella ragazza, quando aveva 24 anni, e poi nel padre. Entrambi, raccontano dalla Fondazione Monasterio, iniziano i controlli all’Opa di Massa e viene programmata l’operazione del padre; durante i giorni che precedevano il suo intervento però, la ragazza si è aggravata e i medici hanno deciso di operare d’urgenza anche lei: proprio lo stesso giorno dell’intervento del padre. Senza renderne edotto Bruno, per evitargli agitazione e stress, Alessia è stata ricoverata e poi operata e a distanza di poche ore, il dottor Marco Solinas, direttore dell’Unità Operativa Cardiochirurgia dell’adulto, ha salvato la vita ad entrambi. Sono servite sei ore in sala operatoria per sostituire la valvola fin quasi a raggiungere l’arco aortico e ricostruire la radice aortica. «La prima volta che ho rivisto Alessia dopo la mia operazione (e la sua, come ho scoperto poi) - racconta il padre - l’ho guardata negli occhi e ho capito: avevamo passato e vissuto la stessa esperienza. E mi sono messo a piangere». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: