Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ragazza di 27 anni uccisa in casa nel Veronese, fermato l'assassino: è un vicino

Di Redazione

Fermato ieri sera dalla polizia  stradala, lungo il tratto fiorentino della A1, il presunto responsabile dell’omicidio della di Chiara Ugolini, la donna di 27 anni trovata senza vita ieri nel suo appartamento a Calmasino di Bardolino (Verona). E' un vicino di casa. Secondo quanto appreso, l’uomo sarebbe stato intercettato intorno alle 22,30 dalle pattuglie della stradale all’altezza del casello di Firenze Impruneta, mentre percorreva la A1 a bordo di una moto in direzione Roma. Sempre in base a quanto emerso, nel corso della nottata avrebbe ammesso le sue responsabilità davanti agli agenti della stradale e ai carabinieri di Verona.

Pubblicità

E’ un cittadino italiano di 38 anni l'uomo sospettato di aver ucciso Chiara.  L’uomo, che stava fuggendo a bordo della sua moto, e poi avrebbe ammesso le sue responsabilità ai poliziotti e ai Carabinieri, ora dovrà essere sentito dal magistrato della Procura di Verona che coordina l’indagine. 

Secondo quanto si è appreso l’indagato era stato sottoposto dalla misura degli arresti domiciliari, pare per un episodio legato a una rissa. Ancora da chiarire il momento del delitto, e perché la giovane abbia fatto entrare in casa l’uomo che poi l'ha aggredita. Gli investigatori non escludono nessuna pista, da un delitto a sfondo sessuale a una lite per questioni condominiali. L’uomo abita al piano terra della stessa palazzina dove viveva, al secondo piano, la vittima. (ANSA). 
 

Sarà l’autopsia a fare chiarezza sulle cause della morte di Chiara Ugolini, la 27enne di Fumane (Verona) trovata priva di vita ieri sera in un appartamento di Calmasino di Bardolino, dove si era trasferita per lavorare in un locale del padre del fidanzato. 

 E’ stato il compagno a trovare la giovane morta, dopo essersi allarmato perché non si era presentata al lavoro per il turno pomeridiano, e non rispondeva alle telefonate. Il corpo della ragazza presentava una ferita alla testa, ma sarà l’esame autoptico - disposto dal magistrati di turno - a stabilire le cause del decesso. 

Chiara Ugolini potrebbe essere stata vittima di una violenta colluttazione, cadendo a terra. Gli investigatori hanno confermato di non avere trovato tracce di effrazione della casa, e le indagini al momento si stanno indirizzando sulle persone che potrebbero essere state a contatto con la ragazza, a cominciare dai vicini di casa. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA