Notizie locali
Pubblicità

Italia

Scritte contro la Cgil sulla sede regionale di Milano

Pagani (Cgil), vandalismo sede è attacco a diritti dei fragili

Di Redazione

MILANO, 04 AGO - "Nuovo ordine mondiale = nazismo": è la scritta apparsa questa mattina sui muri della sede regionale della Cgil di via Palmanova, a Milano. Sull'episodio indaga la Digos. "Atti vandalici ignobili e inaccettabili" e "un vero e proprio attacco sistematico ai diritti dei più deboli": il segretario lombardo della Cgil Alessandro Pagano ha definito in questo modo le scritte apparse oggi sulla sede regionale del sindacato a Milano. "Abbiamo immediatamente provveduto a segnalare alle autorità competenti i fatti avvenuti la notte scorsa, fornendo tutte le informazioni che potranno essere utili - ha assicurato - per identificare gli autori dell'aggressione e agire nei loro confronti con provvedimenti adeguati". Secondo Pagano, "questi atti vanno considerati ancora più gravi perché indirizzati in realtà contro il mondo che il sindacato confederale, a partire dalla Cgil, rappresenta: lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati". "La Cgil, in Lombardia e in tutto il Paese, continuerà nella quotidiana battaglia per rappresentare la centralità del lavoro, per la tutela e la conquista dei diritti di lavoratori, pensionati, disoccupati senza farsi distrarre da questi gravissimi atti che vanno considerati - ha concluso - un vero e proprio attacco sistematico ai diritti dei più deboli e per questa ragione devono essere condannati dalla società intera!".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA