Notizie locali
Pubblicità

Italia

Spiagge sarde depredate, 700 conchiglie in valigia

Scoperta dell'Agenzia delle Dogane e Gdf in aeroporto a Cagliari

Di Redazione

CAGLIARI, 28 APR - Circa 700 conchiglie asportate dai litorali sardi e, in particolare, dalle spiagge di Bosa Marina (Oristano) e del Poetto (Cagliari) sono state intercettate e sequestrate dai funzionari dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli (Adm) e dalla Guardia di Finanza nei bagagli di alcuni turisti in partenza all'aeroporto "M. Mameli" di Cagliari-Elmas. Nonostante le campagne di informazione sui social, sulla stampa e in Tv, la cartellonistica affissa presso porti e aeroporti nonché sulle spiagge, con la ripresa dei flussi turistici, si assiste nuovamente a comportamenti irresponsabili di vacanzieri che asportano ciottoli, sabbia e conchiglie dai litorali isolani, tutelati dalla legge regionale del 2017 che ne vieta espressamente l'asportazione, la detenzione, la vendita anche di piccole quantità, prevedendo la sanzione amministrativa che va da 500 a 3.000 euro. Solo la scorsa estate, dal mese di luglio al mese di settembre, i funzionari Adm, sempre nello scalo di Elmas, hanno sequestrato circa 5.400 pezzi tra conchiglie e ciottoli, comminando sanzioni a una ventina di turisti che volevano portare a casa i preziosi souvenir prelevati dalle più belle spiagge sarde.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA