Notizie locali
Pubblicità

Italia

Terrore a bordo del traghetto Grecia-Italia: nave divorata dalle fiamme dopo l'evacuazione di passeggeri ed equipaggio. Possibili dispersi

Di Redazione

Le autorità del porto di Corfù hanno riferito di aver contato e identificato 277 persone che erano a bordo del traghetto "Euroferry Olympia" che ha preso fuoco nella notte a largo delle isole. Altre 14 persone, fra cui tre greci, appaiono dispersi, secondo quanto scrive l’agenzia stampa greca Ana-Mpa. Il traghetto della Grimaldi Lines era in viaggio da Igoumenitsa a Brindisi. 

Pubblicità

 Grande paura per i 237 passeggeri a bordo, salvati da due motovedette, in particolare una della Guardia di finanza, assieme a 51 membri dell’equipaggio. Non si registrano feriti. Il capitano della nave ha dato l’ordine di evacuazione alle 4.30 del mattino. 

«C'erano fiamme altissime, a bordo c'era il panico». È il racconto dei passeggeri del traghetto secondo quanto loro stessi hanno riferito agli uomini della Gdf dopo esser stati soccorsi dal pattugliatore Monte Sperone. «Il comandante della nave, quando è scoppiato l’incendio, ha fatto il giro delle cabine e radunati i passeggeri su un unico ponte - dice  il comandante del pattugliatore Felice Lodovico Simone Cicchetti - poi ha dato l’abbandono nave, ma l’evacuazione non è stata una passeggiata». 

 "Una brutta esperienza. Non la auguro a nessuno. Se non fosse stato per l’intervento della Guardia di finanza, non sarei qui a raccontarla". Lo dice all’Adnkronos Mino Roma, imprenditore brindisino che si trovava questa notte sul traghetto Euroferry Olympia della Grimaldi Lines sul quale si è sviluppato un incendio all’altezza delle coste albanesi. Ora si trova a Corfù. Era di ritorno dal Paese ellenico dove si era recato per lavoro. "All’1/1,30 - aggiunge - sono andato a riposarmi, alle 2.20/massimo 2.30 ci hanno chiamato: bussavano e gridavano, ma non si capiva nulla di quanto stava succedendo. Quando sono uscito fuori ho visto che c'era il fumo e tutte le persone con i giubbotti di salvataggio”, prosegue Roma. “Li abbiamo indossati. A un certo punto hanno deciso di gettare le scialuppe in mare perché la nave stava prendendo fuoco da tutte le parti. Sulle scialuppe ci ha portato e fatto salire il personale della nave”.  

L'incendio "dalle nostre prime informazioni sarebbe scoppiato in uno dei garage della nave", spiega a RaiNews24 Paul Kyprianou, responsabile relazioni esterne Grimaldi Group. "Le persone evacuate saranno trasportate a Corfù, e da lì organizzeremo i transfer per il ritorno in Italia", sottolinea.

«Difficile capire quale sia stata la dinamica, le navi hanno dispositivi per affrontare situazioni di questo tipo e anche i membri dell’equipaggio sono addestrati in tal senso», conclude Kyprianou. 

 

 

Il pattugliatore, il "Monte Sperone" della guardia di finanza è intervenuto per il salvataggio dei passeggeri e dell’equipaggio del traghetto "Euroferry Olympia" della Grimaldi Lines, in rotta da Igoumenitsa a Brindisi e sul quale è divampato un incendio. Il mezzo della guardia di finanza italiana si trovava in zona per un altro intervento di soccorso a un mezzo in avaria, quando è stato ingaggiato dalle autorità greche per prestare soccorso al traghetto. Il pattugliatore ha effettuato le operazioni di trasbordo, prendendo in salvo 243 persone. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: