Notizie locali
Pubblicità

Italia

Violenza donne: a Milano le panchine rosse diventano palco

Da giugno i drammi delle vittime in ogni zona della città

Di Redazione

MILANO, 08 APR - Una performance teatrale davanti alle panchine rosse antiviolenza, quelle con scritto 1522, il numero di telefono a disposizione di tutte le donne per denunciare le violenze e chiedere aiuto. Debutterà il prossimo giugno a Milano nelle periferie e non solo, la tournée che porterà in scena, in ogni zona della città, "Com'eri vestita? Sono vestita di me. Di me sono vestita", lo spettacolo itinerante ispirato all'omonima la mostra-installazione del 2018 nella quale, sulla scia di un progetto statunitense di qualche anno fa, sono stati esposti gli abiti delle sopravvissute a violenze sessuali, con lo scopo di accendere i riflettori sulla domanda spesso posta alle vittime, attribuendo loro una responsabilità per quanto hanno subito, a causa di quel che indossavano. La rappresentazione narrerà non solo le storie tratte dalla mostra-installazione "Com'eri Vestita?", ma anche quelle delle donne stuprate nei territori di guerra, in particolare in Ucraina e di chi vive nelle case per donne maltrattate di Milano. Si tratta di testimonianze drammatiche che prenderanno anima e voce grazie a Cetec Dentro/Fuori San Vittore, compagnia teatrale fondata da Donatella Massimilla, regista e drammaturga, e alle attrici Gilberta Crispino, Ivna La Mart, Dana Sikorska con la collaborazione artistica di Rossella Raimondi per Libere Sinergie. Per la realizzazione dello spettacolo teatrale, è stata lanciata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Eppela. L'obiettivo è il raggiungimento della somma di 5000 euro, cifra che verrà raddoppiata dalla stessa piattaforma per completare il budget per portare in scena lo spettacolo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA