Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

agenzia

Studenti in tenda in piazza Montecitorio, ‘scuola dimenticata’

'Il 17 novembre manifestazioni per legge di bilancio diversa'

Di Redazione |

ROMA, 17 OTT – Gli studenti alzano il tiro e piantano le tende nel centro di Roma, proprio davanti alla Camera dei deputati, in Piazza Montecitorio. La protesta dell’Unione degli Universitari e della Rete degli Studenti Medi nasce dalla Legge di bilancio approvata ieri dal Consiglio dei ministri. Sono presenti diversi parlamentari ed esponenti dell’opposizione, tra cui: Scarpa, Zingaretti, Piccolotti, Caso D’atorre, Giani. “Abbiamo deciso – afferma Camilla Piredda, coordinatrice dell’Udu – di portare le tende davanti al Parlamento e Palazzo Chigi per protestare. Ieri in conferenza stampa si è perlato di molti temi, ma di scuola e università nulla. Leggiamo il comunicato del Governo e scopriamo che l’unico investimento annunciato per il 2024 sono i 97 milioni per gli alloggi universitari, una cifra ridicola. Tra l’altro non serviranno per realizzare posti letto aggiuntivi, ma soltanto per coprire un buco del Pnrr perché i fondi stanziati non erano sufficienti. Si tratta di soldi che andranno principalmente ai privati, per alloggi che possono arrivare a costare mille euro al mese”. “La mobilitazione continua. Oggi – aggiunge Paolo Notarnicola, coordinatore della Rete – portiamo le tende davanti ai palazzi della politica per lanciare un messaggio chiaro. Non resteremo a guardare di fronte all’indifferenza della politica”. “Per questo il 17 novembre manifesteremo in tutta Italia, in occasione della giornata internazionale degli studenti – annunciano -. Sarà una giornata di lotta per rivendicare i nostri diritti e la centralità dell’istruzione”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: