Notizie locali
Pubblicità

Italia

Nello stomaco ovuli con 1,5 kg di cocaina: arrestato dalla GdF

Di Redazione
Pubblicità

I Finanzieri del Comando Provinciale di Varese hanno eseguito due arresti e due fermi di polizia giudiziaria e sequestrato 3 chilogrammi di cocaina che ha interrotto un traffico internazionale di stupefacenti proveniente dall’Africa verso l’Europa. 
 La Guardia di Finanza di Malpensa ha infatti avviato l'operazione «Ritual» con l’arresto di un passeggero nigeriano proveniente da Addis Abeba (Etiopia), scoperto dopo aver ingerito oltre 1.500 grammi di cocaina, confezionata in 92 ovuli. 
 Le indagini, coordinate dalla Procura di Busto Arsizio, hanno scoperto un gruppo criminale con base logistica nella città di Torino. E' così stato arrestato un altro corriere, una nigeriana residente a Torino, trovata in possesso di oltre 530 grammi di cocaina e sono state ricostruite altre due importazioni di droga effettuate dalla donna, poche settimane prima del suo arresto. Le indagini di polizia economico-finanziaria, con l’analisi dei trasferimenti di denaro, studio dei tabulati telefonici, osservazioni, pedinamenti, accertamenti tecnici, e l’utilizzo dei cani antidroga, hanno permesso di scoprire le diverse metodologie attuate dall’organizzazione criminale per comperare lo stupefacente e portarlo in Italia. Scoperti anche gli organizzatori e i destinatari della droga, una coppia di nigeriani residenti a Torino che, come emerso dalle intercettazioni, per favorire il buon esito dei viaggi era solita avvalersi di rituali propiziatori praticati a pagamento da «santoni» nei luoghi di origine della spedizione. 
 A conclusione dell’attività d’indagine, sono stati eseguiti a Imperia due fermi di polizia giudiziaria emessi dal pm di Busto Arsizio nei confronti dei due organizzatori, mentre erano stavano fuggendo dall’Italia. 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità