Notizie locali
Pubblicità

Italpress news

Quirinale, Letta: "C'é bisogno di un nome condiviso"

Di Redazione

ROMA (ITALPRESS) - "Abbiamo di fronte un anno in cui ci saranno passaggi fondamentali. C'é uno sfasamento tra le forze in Parlamento e le forze politiche bel Paese. Mai cosí, se non nel 92-94. Ecco perchê abbiamo messo in campo una proposta di patto politico per arrivare all'ultima fase della legislatura e darle energia politica positiva. Un patto che tenga insieme l'elezione del Presidente della Repubblica, l'azione dell'esecutivo e quelle riforme che si possono fare in 14 mesi, a partire dalla riforma dei regolamenti parlamentari per combattere trasformismo". Lo ha detto Enrico Letta all'assemblea dei grandi elettori del Pd per il Quirinale. "L'ultimo mese é stato sui generis - ha aggiunto -. Il dibattito é stato tutto avvitato intorno a un grande abbaglio, che il centrodestra avesse i numeri per fare il presidente da solo. Non capisco perchê ci sono cascati. Il rinculo di questo errore si é visto proprio con la deflagrazione di ieri. Non c'é maggioranza in questo Parlamento. L'unica oggi e quella che supporta governo. Noi abbiamo detto no al loro intestardimento. Abbiamo fatto bene. Ieri é venuta meno la candidatura di Berlusconi e ció in un colpo solo ha reso chiarissimo quel che dicevamo. Venuto giú quel nome é caduto abbaglio. Ulteriori candidature di centrodestra faranno la stessa fine di quella di Berlusconi. È il metodo che era sbagliato". "Ora c'é bisogno di un nome condiviso - ha sottolineato Letta -. Nei prossimi giorni dobbiamo mettere in campo tutta l'iniziativa politica per arrivare al profilo di una personalitá superpartes. Nessuno dopo deve festeggiare da solo perchê ha vinto. Nessuno deve vincere affinchê tutti vincano. Se ci si infila in piccoli interessi di parte viene giú tutto. Non é mettendo il cappello su qualcuno che si vince, anzi i candidati si bruciano tipo 10 piccoli indiani. Facciamo un appello a tutti: il rispetto per gli altri é rispetto per se stessi. Bisogna agire con questo spirito". "Molto probabile domani scheda bianca - ha annunciato Letta -, per dare un segno di disponibilitá e apertura all'interlocuzione, pur nella durezza della nostra condanna di quanto avvenuto ieri nel centrodestra". (ITALPRESS). vbo/r 23-Gen-22 18:53

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: