Notizie locali
Pubblicità

Italpress news

Quirinale, Renzi "Draghi presidente solo con accordo politico"

Di Redazione

ROMA (ITALPRESS) - "L'altra volta con Mattarella siamo stati noi i king maker, con Draghi decisivi perchê volevamo mandare a casa Conte, oggi ho un ruolo minore. L'importante é avere un presidente che sia di garanzia internazionale perchê, ad esempio, secondo me si sta sottovalutando il ritorno di Trump in America". Cosí Matteo Renzi, presidente di Italia Viva, a "Mezz'ora in piú" su Rai3. "Il presidente della Repubblica - aggiunge - puó essere anche di centrodestra, ma deve avere i numeri". E su Berlusconi, sottolinea, "non ho messo il veto, credo che Silvio Berlusconi abbia sbagliato a credere al suo cerchio magico, una candidatura che non stava nê in cielo nê interra. Non per chissá per quali motivi, ma perchê semplicemente non aveva i numeri. Punto, basta. Chi gli vuole bene, doveva fermarlo prima e non mandarlo a fare un'impresa che non esiste. Questo é un modo per sfruttare una persona. Chi lo ha utilizzato per calcolo politico gli ha fatto del male". "Faccio un appello: votate non pensando ai prossimi 7 minuti, ma ai prossimi 7 anni - prosegue Renzi -. L'elezione del presidente della Repubblica e' diverso dalla battaglia politica". "Chi crede che Draghi abbia le caratteristiche giuste dice anche non spostiamolo da palazzo Chigi. Squadra che vince non si cambia. Gli altri dicono che ha un ruolo di moral suasion internazionale importante e quindi deve andare al Quirinale. Chi vuole andare al colle non ci va contro i partiti. Credo che la candidatura di Draghi possa stare in piedi se ha questo elemento cioé appoggio dei partiti. Poi vedremo se i veti di Berlusconi e Salvini sono insuperabili. Chi dice che Draghi é uno schiaffone alla politica non ha capito niente. Oggi se va al Colle, ci va solo in virtú di un accordo politico. Non mi piace la tiritera di chi dice che la politica é brutta e cattiva e la societá civile buona". (ITALPRESS). spf/vbo/r 23-Gen-22 15:56

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: