Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

agenzia

Volvo partecipa ad AME con 2 prototipi d’epoca e le nuove EX30 ed EX90

Di Redazione |

BOLOGNA (ITALPRESS) – Nel momento di massima spinta verso il futuro della mobilitá attraverso la scelta elettrica, Volvo torna ad Auto Moto d’Epoca nella quarantesima edizione del Salone dell’Heritage che per l’occasione arriva a Bologna, la cittá che da sempre ospita la filiale italiana di Volvo. AME é una realtá nella quale ci si immerge nel passato, si tocca con mano il presente e si dá uno sguardo verso il futuro dell’auto ed é proprio tale approccio che lo rende interessante per Volvo in una congiuntura che segna una svolta epocale per l’auto. Il concetto di Heritage é sempre stato assai importante per Volvo, in quanto ponte con il passato che motiva il presente e indica la via futura. La grandezza di un Brand ha radici che affondano nel passato e dalle quali trae la linfa per lo sviluppo verso il futuro. Nella fedeltá ai propri valori di brand e nella loro interpretazione in chiave di modernitá sta l’autenticitá del prodotto e della visione che Volvo propone oggi. Forte di questa convinzione, Volvo Car Italia partecipa ad Auto Moto d’Epoca con l’intento di mostrare come, anche negli sviluppi tecnologici piú avanzati che caratterizzano le Volvo di ultima generazione, si possano ritrovare i valori di brand che hanno reso Volvo unica e riconoscibile nel tempo e le auto Volvo apprezzate in tutto il mondo. Volvo espone quattro modelli sullo stand, due del passato e due del presente / futuro. Si tratta dei prototipi VESC (Volvo Experimental Safety Car) del 1972 ed ECC (Environmental Concept Car) del 1992, ai quali si affiancano le nuovissime Volvo EX30 ed EX90, bandiere del pensiero avanzato di Volvo e della scelta elettrica fatta dal marchio. I quattro modelli narrano una storia senza soluzione di continuitá. È invitabile tracciare una linea che collega la ECC, realizzata quasi interamente con materiale riciclato e mossa da una motorizzazione ibrida turbina a gas/motore elettrico, alla nuova Volvo EX30, la piú piccola Volvo mai costruita, anch’essa ricca di materiali di riciclo, completamente elettrica e progettata per avere la piú bassa impronta di CO2 di qualsiasi altra Volvo. Allo stesso modo, la VESC equipaggiata con sistemi di sicurezza quali freni antibloccaggio, airbag per i posti anteriori e posteriori e cellula antiribaltamento, dispositivi che sarebbero diventate le basi sulle quali Volvo avrebbe poi costruito la sua leadership nel campo della sicurezza, ha nella nuova EX90 l’erede in termini di tecnologia e soluzioni innovative in grado di segnare l’inizio di una nuova era per la sicurezza Volvo in virtú di una combinazione esclusiva di software e sistemi di automazione. L’interazione di queste quattro auto dimostra come la tecnologia, l’innovazione e le scelte strategiche legate all’elettrificazione che caratterizzano le Volvo di oggi e di domani sono frutto dello stesso DNA Volvo, sebbene declinato in modo diverso a seconda delle epoche. Per questo si parla di rispetto del pianeta, di rispetto della vita delle persone, di qualitá della vita delle persone, di sostenibilitá e di sicurezza, ora come allora. In questa continuitá dimorano la credibilitá che Volvo puó oggi vantare, nonchê la sua capacitá di pensare ‘out-of-the-box’ per trovare soluzioni che finiscono con il fare da riferimento per l’intero settore automotive. Nella visione di Volvo saranno Elettrificazione, Automazione e Digitalizzazione dei servizi i tre elementi che renderanno possibile la libertá di movimento di domani in chiave di Sostenibilitá. Un ruolo prioritario lo gioca l’elettrificazione in funzione dell’abbattimento delle emissioni CO2. Come noto, Volvo é impegnata in una transizione verso l’elettrificazione delle proprie auto che verrá completata nel 2030. Un passaggio epocale nel quale é importante guidare il cliente sensibilizzandolo correttamente. Da qui l’importanza di poter cogliere ogni occasione per raccontare tale percorso e rassicurare il cliente su scelte che talvolta possono creare dubbi o perplessitá. “Stiamo entrando con passo ormai deciso nel vivo della transizione che ci porterá fra qualche anno a essere un brand completamente elettrico, automatizzato e capace di portare risposte puntuali alle esigenze di libertá di movimento dell’individuo grazie alla digitalizzazione” afferma Michele Crisci, Presidente e AD Volvo Car Italia. “Uno scenario rivoluzionario che puó certo affascinare ma anche disorientare i clienti e il pubblico. Per questo abbiamo voluto cogliere anche la bella occasione di AME a Bologna per ribadire la fedeltá ai nostri valori di brand e con questo rassicurare chi si riconosce in essi. Siamo fedeli a noi stessi anche quando parliamo di elettrificazione e proponiamo auto incredibilmente sofisticate come la EX90. Ci occupiamo delle persone e della qualitá della loro esperienza e i nostri prodotti piú recenti, attraverso la loro tecnologia, sono la nostra risposta moderna e attuale a questa esigenza” conclude Crisci. foto: ufficio stampa Volvo Italia (ITALPRESS). tvi/com 27-Ott-23 17:02

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: