Notizie locali
Pubblicità

Lavoro

Studenti siciliani in Sudtirolo per tirocinio negli alberghi

A partire dalla prossima estate, gli studenti selezionati avranno a disposizione un tirocinio di formazione e orientamento

Di Redazione

Diplomati e diplomandi dei corsi OIF (obbligo di istruzione e formazione) erogati dagli enti di formazione operanti in Sicilia e aderenti a FederTerziario potranno lavorare e specializzarsi nelle strutture alberghiere del Trentino indicate dall’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti. A partire dalla prossima estate, gli studenti selezionati avranno a disposizione un tirocinio di formazione e orientamento, se la Regione Sicilia sosterrà l’accordo anche con indennità per attività lavorativa, inclusi vitto e alloggio. C'è anche la possibilità di una tipologia contrattuale superiore al tirocinio che si svilupperà nell’ottica di un possibile inserimento lavorativo più stabile. Sono questi i principali contenuti dell’intesa firmata nel pomeriggio tra FederTerziario, FederTerziario Sicilia e dell’associazione albergatori tirolesi HGV, rappresentate rispettivamente dai presidenti Nicola Patrizi, Antonino Reina e Manfred Pinzger.

Pubblicità

"L'accordo coinvolgerà, tramite la Federazione, - ha spiegato Nicola Patrizi, presidente di FederTerziario - alcune scuole professionali siciliane per favorire l’occupazione e fornire forza lavoro alle strutture alberghiere altoatesine che sono carenti di personale. Si tratta, nel dettaglio, di una sperimentazione concreta che potrebbe permettere, già a partire dall’estate prossima, ai primi 80 ragazzi di lavorare e formarsi in alcune strutture del Trentino Alto Adige». Una strategia per equilibrare il mismatch occupazionale tra due aree del Paese che vivono esigenze differenti e che coinvolge da vicino la Regione Siciliana attualmente impegnata, tramite Antonio Scavone, assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, nella redazione di un piano finanziario destinato a sostenere la mobilità dei primi studenti isolani impegnati nel progetto.

«Il mio assessorato segue con interesse questo accordo - ha sottolineato l’assessore Scavone - al quale abbiamo lavorato con grande attenzione e fiducia" All’incontro erano presenti anche gli onorevoli Stanislao Di Piazza (M5S) già sottosegretario al Lavoro e Dieter Steger (Südtiroler Volkspartei), che hanno condiviso l’accordo,. Per il senatore Di Piazza si tratta di «un rapporto di collaborazione finalizzato a formare i nostri i ragazzi nelle strutture alberghiere del Trentino che necessitano di manodopera. Allo stesso tempo, è un progetto che offre a tanti giovani la possibilità di qualificarsi nel settore di competenza, nell’ottica di un ritorno e di un’opportunità lavorativa in Sicilia per contribuire a migliorare e rilanciare, dopo la crisi derivata dall’emergenza sanitaria, il comparto turistico isolano, una delle più grandi risorse che abbiamo a disposizione». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: