Notizie locali
Pubblicità

Messina

Stromboli, l'incendio, il set della fiction tv e i danni: ora Federalberghi chiede punizioni e risarcimenti

L'associazione degli albergatori in un esposto ha chiesto che vengano immediatamente accertare le responsabilità e che si proceda alla valutazione dei danni

Di Redazione

La vicenda dell'incendio di Stromboli provocato, secondo quanto sembrerebbe stia emergendo, dal tentativo di ricostruire una scena della fiction tv che si sta girando in questi giorni tiene ancora banco nelle Eolie.

Pubblicità

 

 

Federalberghi Isole Eolie ha chiesto accertamenti e risarcimenti «per il folle incendio che ha devastato l’isola di Stromboli tra il 25 e il 26 maggio".

In una nota/esposto - trasmessa al presidente Musumeci, al sindaco di Lipari, alla Protezione Civile, all’Assessorato e al Dipartimento regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, al prefetto di Messina, ai Carabinieri e ai Vigili del Fuoco - l'associazione degli albergatori ha chiesto di accertare le responsabilità al fine di risarcire la comunità.

 

 

«Come già sottolineato dal sindaco Marco Giorgianni, che chiederà anche lo stato di calamità, non c’è nessuna intenzione di lasciar correre su eventuali responsabilità».

Federalberghi ha ricordato i danni materiali e immateriali a carico della comunità, i rischi corsi dalla popolazione per domare l’incendio, lo sconforto, lo scoramento, la rabbia e la tristezza provocati negli abitanti di Stromboli ma anche nel resto dell’arcipelago eoliano, oltre che nei visitatori nazionali e internazionali da sempre innamorati dell’isola patrimonio dell’umanità.

 

 

«Viste le evidenti ripercussioni negative sulla comunità, si chiede agli organi preposti - scrive Federalberghi - di attivarsi senza indugio e con la massima attenzione per: accertare eventuali quanto purtroppo evidenti responsabilità; favorire le forze dell’ordine nell’accertamento di dette responsabilità; avviare una puntuale ricognizione dei danni subiti; porre in essere ogni forma di risarcimento compatibile e necessario e rifondere gli strombolani (abitanti e operatori turistici) dei danni materiali ed immateriali subiti; porre in essere ogni azione di attenta e competente di rinaturalizzazione delle aree interessate dall’incendio così come ogni altra iniziativa volta a compensare il grave danno ambientale arrecato; attivare ogni strumento di gestione del territorio teso al recupero, alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente degradato a causa dell’incendio anche con l’intento di evitare che un simile episodio abbia a ripetersi».

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA